A Soriano i giochi medievali del laboratorio Gli anni in tasca – Eta Beta

Famiglie in festa per la Sagra delle Castagne, che si è arricchita di un angolo prezioso, un vero tuffo nel passato, che ha riscosso un grande successo nella terrazza del Belvedere.

Protagonisti i giochi medievali realizzati artigianalmente nel laboratorio “Da cosa nasce cosa”, proposto nel corso dell’estate da Cooperativa Gli anni in tasca e associazione Eta Beta Odv.

Tutto è nato nel progetto di inclusione sociale sviluppato nella collaborazione con Ludika 1243, e visto il grande successo, nell’ultimo fine settimana sorianese, l’Ente sagra della castagna, presieduto da Antonio Tempesta, il Comune di Soriano nel Cimino, con l’interessamento dell’assessore Rachele Chiani  e la Asl Viterbo, Servizio Disabile adulto, hanno proposto la creazione di un angolo di divertimento anche all’ombra del Castello Orsini.

Protagonisti i giochi in legno pensati, progettati e costruiti dai ragazzi nel corso del laboratorio di falegnameria artigianale, supervisionato dal tecnico Stefano Del Moro, dell’associazione U-mani, due mesi di lavoro nel Centro Eta beta e il Papavero.

Nella due giorni tra il 16 e 17 ottobre, quindi, il Belvedere è diventato un angolo giochi uscito direttamente dal passato, con i ragazzi, Roberto, Francesco, Stefano, e Corrado, pronti a spiegare ai curiosi il funzionamento, sempre supportati dalle operatrici Elisa Soricillo e Serena Urbani.

Ed è stato un successo: tantissime famiglie hanno giocato insieme, scoperto il divertimento con manufatti popolari tornati da un tempo passato, coinvolgendo sia bambini che adulti.

“Una grande soddisfazione per tutti i protagonisti – spiegano da Gli anni in tasca – che dimostra il grande valore didattico di attività e laboratori, che portano i nostri ragazzi ad offrire un servizio e la comunità a fruirne. E’ quello che definiamo inclusione capovolta, in grado di portare i ragazzi sul territorio, pronti a dare loro un’occasione agli altri, potendo creare così punti fermi fuori dal proprio ambiente, aumentando fiducia in sé stessi ed autostima. Teniamo a ringraziare l’intera Soriano nel Cimino, l’Ente e il Comune, che hanno apprezzato e accolto questa idea”.

Per chi vorrà divertirsi ancora, l’appuntamento è al Centro Eta beta e il Papavero, via San Pellegrino 49 a Viterbo, il prossimo 31 ottobre con “Giochi mostruosi”, un pomeriggio di divertimento in occasione di Halloween, quando i ragazzi accoglieranno la comunità viterbese con un allestimento a tema e nuovi giochi.

 

Coop. Soc. Gli anni in tasca

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI