A Santa Barbara arriva la prima delle 14 telecamere

Riceviamo e pubblichiamo:

Arriva la prima delle 14 telecamere che nei prossimi giorni saranno installate nei principali parchi cittadini nell’ambito del progetto “Parchi sicuri”. Si parte dal parco di Santa Barbara, dove stamattina il gruppo della Lega si è recato per visionare la prima telecamera. «Saranno un ottimo ausilio per le forze dell’ordine – dice l’assessore, Claudio Ubertini – Un sistema di videosorveglianza capillare ed efficace ha già dato prova della sua utilità, in alcuni casi rivelatasi determinante, nel fornire elementi preziosi all’attività degli investigatori. Con l’installazione di queste telecamere si realizza un progetto in cui si è impegnato il settore della Polizia Locale».  Stamattina a Santa Barbara anche il senatore Umberto Fusco: «La sicurezza è, e resta, uno dei temi più cari alla Lega – dice – Soprattutto ora che il governo Pd-5Stelle minaccia di smantellare i decreti di Salvini, è importante a livello locale rafforzare il presidio del territorio. Mesi fa abbiamo realizzato e concluso il progetto “Scuole Sicure”, grazie ai fondi stanziati dall’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ci ha permesso di installare diverse telecamere in nove istituti scolastici cittadini. Ultimo stanziamento, purtroppo, in tema di sicurezza, poiché con l’avvento dell’esecutivo Pd-5Stelle non ne abbiamo avuti altri». Insieme all’assessore Ubertini e al senatore Fusco, stamattina a Santa Barbara anche l’assessore all’agricoltura, Ludovica Salcini, i consiglieri comunali Carlo Marcoaldi, Stefano Caporossi e il capogruppo della Lega, in consiglio comunale, Andrea Micci. Proprio quest’ultimo ha puntualizzato come: «Sempre più spesso apprendiamo dalla stampa come alcune attività illegali, come lo spaccio di droga, tenda a dilagare e a radicarsi proprio nelle aree verdi urbane, che con la loro riservatezza offrono, purtroppo, angoli ideali per certi scambi illeciti. Gli stessi parchi pubblici in cui le persone oneste vanno a cercare qualche ora di tranquillità per rilassarsi durante il tempo libero, magari portando con sé anche i propri bambini per lasciarli giocare all’area aperta. Si comprende, quindi, che anche su queste zone della città l’attenzione deve essere massima, sia per quanto riguarda la cura del verde, sia per quel che concerne la sicurezza, in modo da rendere la frequentazione dei parchi serena e piacevole».

Lega Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI