A Forme e colori Incontro con gli orafi Pina Perazza e Armando Mortet

Sarà l’ultimo dei tre appuntamenti con “L’arte del fare – Dialoghi con gli artigiani”, anche se la mostra concorso Forme e colori della Terra di Tuscia andrà avanti fino al 20 maggio. Domani, venerdì 11 maggio, alle ore 10,30, si parlerà di “tecniche preziose”: al Museo della Ceramica della Tuscia, a Palazzo Brugiotti (in via Cavour 67), saranno protagonisti Armando Mortet e Pina Perazza. Ad ascoltare il racconto dei due orafi, ci saranno anche alcune classi dei Licei Artistici “Francesco Orioli” di Viterbo e “Ulderico Midossi” di Civita Castellana (sezione di Vignanello).

“Il titanio di Pina Perazza” è marchio d’impresa dal 1992, ma l’artigiana di casa CNA era orafa già dieci anni prima. Un’esperienza, la sua, lunga oltre 35 anni, durante i quali ha sperimentato, e in alcuni casi personalizzato, praticamente tutte le tecniche dell’oreficeria. Lavora a Vignanello. Nel 2011 ha anche ricevuto dalla Regione Lazio il riconoscimento di “impresa ad elevato valore estetico e culturale”.

La Bottega d’arte Mortet è invece a Oriolo Romano. Armando proviene da una famiglia che da quattro generazioni fa dell’artigianato artistico la propria ragione di vita. Una famiglia di scultori, orafi, cesellatori la cui attività è iniziata a Roma nel 1890. L’alto pregio dei suoi lavori gli è valso il riconoscimento di Artigiano OmA, ricevuto nel 2015 dall’Osservatorio dei Mestieri d’Arte. Mortet è inoltre inserito nel catalogo delle botteghe artigiane d’eccellenza del Lazio.

Coordinatore dell’evento sarà il giornalista Daniele Aiello Belardinelli, di Tusciaweb.

Intanto prosegue con successo la dodicesima edizione della mostra concorso di artigianato artistico organizzata da CNA Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia con il sostegno della Fondazione Carivit e la collaborazione della Cooperativa Girolamo Fabrizio. Fino al 20 maggio sarà possibile ammirare le opere inedite dei 29 artigiani partecipanti, nelle sezioni “artigianato artistico” e “artigianato e design”, oltre a quelle degli studenti. Dalle lavorazioni in pelle al vetro, dal legno al marmo, dalla ceramica agli abiti, fino ai gioielli. Dietro a ogni realizzazione ci sono mesi di studio e lavoro. Il pubblico non sarà solo spettatore: fino a domenica 13 avrà la possibilità di dire la sua, votando l’opera preferita.

Questi gli orari: giovedì, venerdì, prefestivi e festivi 10-13/15-19. L’ingresso è gratuito. Info: 0761.223674. www.cnaviterbocivitavecchia.it.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI