“Il colore dissuaso”: la raccolta di poesie di Lorena Paris

Una poetessa cresciuta all’ombra di torri e campanili medievali, sempre più di frequente i suoi testi vengono inclusi in antologie poetiche significative.Lorena Paris non ha bisogno di presentazioni. Le sue ultime raccolte sono state pubblicate dalla casa editrice Edizioni Archeoares. Ama Viterbo, i suoi colori imbrunire, le viuzze del centro storico, la sua storia, o meglio il suo vissuto. La poetessa Lorena Paris ha conquistato il cuore dei Viterbesi con la sensibilità e la logicità dei suoi versi che ne fanno quell’artista determinata che da anni porta avanti un percorso culturale tutto congiunto alla poesia Sabato 20 maggio 2017 alle ore 18.30 presso il Museo Colle del Duomo a Viterbo ci presenterà la sua ultima creatura, una raccolta di poesie dal titolo:“Il colore dissuaso” realizzata in collaborazione con Progett Arte 3D e Archeoares. Una raccolta si apre con uno dei suoi haiku, una forma poetica molto amata dall’autrice:un’orchidea/fiorita nell’attesa – la sedia vuota. Sarà l’autrice stessa a declamare alcune poesie tratte dal libro. Gianfranco Angelucci nella prefazione.scrive: “Poesie incorniciate dentro il fluire di quattro stagioni, dall’autunno all’estate, cavalcando il sole nel suo giro trionfale….” E ancora, …La ποίησις, poiesis, nel significato di “creazione” è stata sempre ricondotta a un’ispirazione divina (enthousiasmòs), quel contatto spesso inconsapevole con gli strati più profondi dell’essere che, quando viene stabilito, sospinge verso la superficie frammenti di verità a cui soltanto l’arte, o la profezia – ma non sono la stessa cosa? – riescono a dare forma di espressione.”.
La poesia è la forza invisibile che ci permette ancora di meravigliarci e di provare stupore e anche questa volta Lorena Paris ci stupirà con i suoi versi

SHARE