Yourcenar: le Due Margherite. Con Sandra Petrignani e Gioia Oddi

marguerite

Per il ciclo “Incontri con l’autore: dalla scintilla iniziale alla pubblicazione“, organizzato dal Polo Bibliotecario Umanistico-sociale dell’Università della Tuscia diretto da Maria Giovanna Pontesilli, martedì 10 marzo a Viterbo presso il complesso di San Carlo (ore 11,00) si terrà l’incontro “Le due Marguerite, Duras e Yourcenar. Un’amicizia impossibile” con Sandra Petrignani e Gioia Oddi. L’appuntamento è realizzato in collaborazione con la cattedra di Letteratura francese del Distu e con la rivista Move Magazine, diretta da Francesco Mecucci.

Ospite la scrittrice Sandra Petrignani, con il suo ultimo libro “Marguerite” (2014, Neri Pozza), biografia romanzata della scrittrice e regista francese Marguerite Duras. Sandra Petrignani, piacentina di nascita, vive fra l’Umbria e Roma. Ha esordito nei primi anni ’80 e tra le sue opere di quel periodo spicca “Navigazioni di Circe“, vincitrice del Premio Elsa Morante Opera Prima. Tra i suoi ultimi libri “La scrittrice abita qui” (Neri Pozza), “Care presenze” (Neri Pozza), “Dolorose considerazioni del cuore” (Nottetempo), “E in mezzo il fiume. A piedi nei due centri di Roma” (Laterza), “Addio a Roma” (Neri Pozza).

All’evento del 10 marzo sarà presente anche Gioia Oddi, laureatasi in Lingua e Letteratura francese all’Università della Tuscia con la tesi “Marguerite Yourcenar e l’astrologia. Le stelle nell’Oeuvre au Noir“, pubblicata nel 2013. Da qui l’invito da parte dell’ateneo a Gioia Oddi, esempio di come una tesi possa diventare qualcosa di più di una mera creazione “obbligata” a conclusione di un ciclo di studi. Da maggio 2014 Gioia Oddi ha dato vita al progetto “Marguerite Yourcenar in tour: come una stella errante”, una serie di presentazioni itineranti del suo testo.

Presenterà l’incontro Barbara Piqué, docente di Letteratura francese all’Università della Tuscia. Le ricerche di Barbara Piquè sono rivolte essenzialmente al Seicento (Madeleine de Scudéry moralista, la tematica del riposo e della “retraite”), di cui ha ugualmente tradotto e curato le edizioni italiane di testi rari: Dassoucy e Béroalde de Verville. Francesca Ventura leggerà alcuni brani tratti dal libro “Marguerite” di Sandra Petrignani, e dai romanzi della Yourcenar. Francesca Ventura è un’artista poliedrica la cui carriera è ricca di esperienze prestigiose, dal debutto in teatro con Vittorio Gassman, al cinema con Alberto Sordi e con registi di alto livello: Lizzani, Cavani, Mikhalkov. Ha inoltre lavorato in televisione (“I ragazzi della terza C“, “Distretto di polizia“), alla radio, come scrittrice e sceneggiatrice. Insegna recitazione. Dal 2009 è direttore artistico della rassegna estiva Sovana in Arte.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI