Viterbese in 10 batte il Lanusei per 3-1

Viterbese (4-3-3): Pini, Pandolfi, Fè, Cuffa, Pomante, Scardala, Ansini, Nuvoli, Bernardo (dal 78° Nohman), Belcastro (dal 74° Oggiano), Neglia. In panchina: Mastropietro, Perocchi, Giannone, Dierna, Mbaye, Boccardi, Oggiano, Romeo, Nohman. Allenatore: Federico Nofri.
Lanusei (4-4-2): Floris G., Aramu, Deligios (dal 74° Pistis), Piras, Cocco, Gutierrez (dal 57° Floris M.), Pulina (dal 69° Delrio), Masia, Figos, Angheleddu, Ladu. In panchina: Spanedda, Felleca, Pili, Bonu, Floris M., Curreli, Pistis, Delrio. Allenatore: Francesco Loi.
Arbitro: Gabriele Cascella di Bari.
Reti: 31° Cuffa, 55° Figos, 56° Belcastro, 73° Bernardo (rig).

Allo stadio Rocchi si inizia rispettando un minuto di silenzio in memoria delle vittime degli attentati di Parigi del 13 novembre. Dopodiché la partita entra subito nel vivo con le due squadre che cercano di prendersi le misure. Al 6° minuto è la Viterbese a costruire la prima azione in attacco con Belcastro che prende palla al centro del limite dell’area di rigore e tira centrale tra le braccia del portiere avversario. Un minuto più tardi è Figos a presentarsi davanti alla porta gialloblù, ma calcia alto sopra la traversa. Si lotta molto a centrocampo e nessuna delle due formazioni sembra in grado di poter sbloccare il risultato. Al 19° minuto è ancora il Lanusei a farsi sotto con Pulina, che manda la palla fuori d’un soffio. La Viterbese si mostra lenta e macchinosa nell’impostare la manovra offensiva, facilitando il lavoro della difesa ospite. Ma poi alla mezz’ora una punizione di Belcastro innesca Cuffa, che al 31° di testa batte Floris e insacca in rete sul palo sinistro. La reazione del Lanusei è immediata e arriva con un calcio di punizione dai 25 metri, deviato in corner da Pini. Al 35° minuto i padroni di casa rimangono in 10 per l’espulsione di Fè, colpevole di aver fermato da ultimo uomo un giocatore avversario in contropiede. La formazione sarda si proietta in avanti, ma non riesce a sfruttare la superiorità numerica e si rientra negli spogliatoi sul punteggio di 1 a 0 per i gialloblù.
Alla ripresa, il Lanusei prova ad alzare il ritmo di gioco per acciuffare il pareggio, ma la Viterbese riesce a destreggiarsi in difesa. Al 55° minuto però gli ospiti spingono in avanti, la palla arriva al limite dell’area gialloblù, Figos stoppa bene e calcia preciso nell’angolo basso, beffando Pini e siglando l’1 a 1. Ma non c’è neanche il tempo di esultare, perché la Viterbese torna in attacco, Ansini lancia un assist per Belcastro, che non sbaglia e segna il nuovo vantaggio per la Viterbese: 2 a 1. Al 72° è sempre Belcastro che intercetta un pallone nella metà campo sarda, entra in area e viene atterrato, procurandosi un calcio di rigore. Un minuto dopo Bernardo s’incarica della battuta e firma il terzo goal gialloblù, mettendo una seria ipoteca sull’incontro. Il Lanusei comunque non si dà per vinto e spinge disperatamente in avanti, ma la Viterbese nonostante l’inferiorità numerica riesce a controllare senza troppi problemi la partita, che termina con un netto 3-1. Una vittoria rigenerante per il team allenato da mister Nofri, che sale così a quota 21 in classifica al quarto posto, a soli 5 punti dalla vetta occupata dall’Arzachena. Una posizione per il momento soddisfacente e comoda per aspettare il prossimo turno di campionato, che vedrà la Viterbese imppegnata sul campo del Muravera, oggi sconfitta dall’Astrea per 2 a 0.
(Foto di Antonio Frosolini)

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI