Viterbese granitica e Molinaro la esalta con una doppietta, Teramo ko

di Claudio Petricca

VITERBESE (3-5-2): Pini; Negro, Markic, Baschirotto; De Giorgi, Bensaja, Besea (7’s.t. Antezza), Simonelli (7’s.t. Sibilia (31’s.t. Bianchi), Errico; Molinaro (43’s.t. Bunino), Tounkara (43’s.t. Bianchi).
A disposizione: Biggeri, Vitali, Scalera, Volpe, Zanoli.
Allenatore: Antonio Calabro

TERAMO (4-3-1-2): Tomei, Cancellotti (37’s.t. Florio), Cristini, Soprano, Tentardini (22’s.t. Minelli); Santoro, Arrigoni (1’s.t. Ilari), Mungo (37’s.t. Cappa); Costa Ferreira; Bombagi, Magnaghi.
A disposizione: Lewandowski, Iotti, Fiore, Birligea, Piacentini, Viero.
Allenatore: Bruno Tedino

Arbitro: Mattia Pascarella di Nocera Inferiore.
Assistenti: Fabio Pappagallo di Molfetta e Lucia Abruzzese di Foggia.
Marcatori: 9′ p.t. e 21’s.t. Molinaro.
NOTE: Cielo coperto, serata fredda, terreno in discrete condizioni. Spettatori 1500 circa con 238 ospiti. Calci d’angolo: 12-1 per il Teramo. Ammoniti: Tounkara (V), Cancellotti (T), Negro (V), Volpe (V), Costa Ferreira (T). Recupero: 1’pt, 6’st.

VITERBO – La Viterbese che vorresti sempre vedere, monolitica, battagliera, attenta, senza sbavature al cospetto di una delle migliori formazioni del girone. I gialloblù giocano una partita perfetta colpendo con “Sasà” Molinaro due volte, una per tempo, per poi contenere con attenzione il tentativo di reazione dell’undici di Tedino. Calabro getta nella mischia Besea, ritrova Baschirotto sulla linea difensiva che gli consente di riportare De Giorgi quinto a destra e regala una chance a Molinaro schierato al fianco di Tounkara. L’intraprendente giovanotto calabrese ripaga il tecnico con la solita prestazione di grande sacrificio impreziosita da una doppietta che fa volare i gialloblù. Primo tempo equilibrato poi il vantaggio della Viterbese cambia il corso della partita con il Teramo che prova a spingere già nel finale della prima frazione senza tuttavia impensierire seriamente Pini. Nella ripresa l’undici di Tedino aumenta la pressione ma la difesa gialloblù concede poco o nulla ai tentativi degli ospiti che debbono capitolare ancora con Molinaro imbeccato da un delizioso cioccolatino di Tounkara. Nel finale l’arrembaggio, prima che Molinaro aveva sfiorato il tris colpendo il palo alla sinistra di Tomei, porta solo da un palo ed un paio di favorevoli occasioni davanti alla porta di Pini, troppo poco per riaprire i giochi. Con questo successo la Viterbese consolida la sua posizione nella griglia play-off e guarda con maggior sicurezza alla prossima difficile trasferta di Vibo Valenzia. In sala stampa Calabro racconta la partita: “”Vittoria importante oggi contro una formazione molto forte dalla quale siamo a soli due punti e che aveva obiettivi diversi da noi.
Contro queste squadre che hanno qualità e tecnica noi non possiamo permetterci di farci mancare cuore, organizzazione e gioco di squadra, sono le nostre prerogative ed il nostro imperativo”. Il rientro di Baschirotto e lo spostamento di Negro sul centro destra ha conferito maggior sicurezza al reparto difensivo: “Ha dato più sicurezza, Baschirotto è un giocatore importante per noi, nonostante non abbia piedi vellutati, ma hanno fatto bene tutti, quando non si subisce reti è merito del collettivo. Ho giocatori molto generosi e questo è la fortuna di ogni allenatore, qualsiasi cosa gli chiedo, lo fanno e non è semplice”. Conferma per Errico sulla corsia esterna: “Lo vedo esterno sinistro, nell’uno contro uno non si fa mai superare e quando lo metto più avanti tende ad adagiarsi e non rientrare. Lo vedo solo in quel ruolo”. Tre punti che portano la Viterbese a quota 35: “Non guardo, la classifica perché sennò lo farebbero anche i miei giocatori, pensiamo giorno per giorno”. Eroe della serata Salvatore Molinaro con una splendida doppietta: “Sono contento per la doppietta, ma il merito è di tutta la squadra, siamo contenti della vittoria. Se mi aspettavo di giocare titolare, il mister ti fa stare sempre sul pezzo e cambia sempre, devo rimanere concentrato. Dedico i due gol alla mia ragazza e alla mia famiglia”. Al rientro dopo un ungo periodo di assenza per infortunio Stefano Antezza: “Con lo staff medico abbiamo lavorato e sono contento di essere rientrato. Oggi il mister mi ha messo dentro in un momento delicato e il mio compito era mettere ordine, difendere bene e ripartire. In queste settimane mi sono allenato bene, forte, per farmi trovare pronto, aspettavo tanto di rientrare”. E il centrocampista gialloblù potrebbe essere un importante “acquisto” di gennaio per Calabro: “Ho avuto l’infortunio e voglio dare il mio contributo in questa seconda parte di stagione”.

  

  

Foto di Massimo Luziatelli

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI