Viterbese Flaminia: per la Coppa Italia, finisce 3-1

VITERBESE (4-4-2):Mastropietro; Pandolfi, Scardala, Dalmazzi, Fè (dal dal 35′ s.t. Pacciardi); Babacar, Selvatico, Nuvoli (dal 30′ s.t. Pace), Oggiano (dal 1′ s.t. Muriel); Romeo, De Sena.
A disposizione: Equitani, Perocchi, Ansini, Neglia, Nohman, Belcastro.
Allenatore: Federico Nofri.
FLAMINIA (4-3-3): Nasti; Sagnotti, Tartaglione, Bricchetti, Viola; Macrì (dal 7′ s.t. Bracalone), Laurato, Scortichini; Salvatori (dal 1′ s.t. Gay), Bonaventura, Massaini.
A disposizione: Bolletta, Pieri, Funari, Vegnaduzzo, Ranucci, Perelli.
Allenatore: Pierluigi Vigna.
Arbitro: Yuri Mastrogiuseppe di Sulmona
E’il mercoledi del derby della Tuscia, lo si gioca per la coppa Italia al Rocchi.
Ed è la Viterbese che consegue la terza vittoria stagionale contro il Flaminia, dopo due vittorie entrambe vinte per 1 a 0.
Nei trentaduesimi di finale di coppa Italia le due squadre si sono affrontate al Rocchi, dove i padroni di casa si sono imposti per 3 a 1 sulla Flaminia, passando così ai sedicesimi.
La gara è dominata dalla Viterbese che più volte sfiora il goal sin dai primi minuti.
Il vantaggio arriva al 39’, Romeo in una delle tante incursioni in area della squadra avversaria costringe Brighetti al fallo da rigore. Selvatico si incarica del tiro e non sbaglia e mandando le squadre a riposo sull’1-0.
Il secondo tempo vede i gialloblù sempre padroni del campo e al 46’ è De Sena che porta la Viterbese ad allungare il vantaggio a 2 a 0. Al 75’ è Pace a siglare il terzo goal.
Sul finire di gioco la Viterbese è costretta a chiudere la gara in 10 per espulsione di De Sena per doppia ammonizione, la Flaminia, coglie l’occasione al volo al 90’ riesce a limitare il passivo segnando con Vegnaduzzo il suo unico goal di giornata. (S.G.)
Foto di Antonio Frosolini

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI