Viterbese di scena al Torre di Pagani alla ricerca dei tre punti

di Valentino Cesarini

La Viterbese, dopo aver battuto 1 a 0 il Palermo, torna in campo mercoledì alle 15.00 sul campo della Paganese. Una sfida importante per i gialloblù, che in caso di successo chiuderebbero di fatto il discorso salvezza e potrebbero lanciarsi all’inseguimento di un posto nei play-off. Ma anche se la gara di Pagani andasse male, la classifica rimarrebbe comunque positiva, considerando che dietro i gialloblù ci sono diverse squadre.

La Paganese, al Marcello Torre, in quattordici partite ha totalizzato 14 punti (media di un punto a match), con un ruolino di 3 vittorie, 5 pareggi e 6 KO. Sono state 10 le marcature messe a segno, contro le 19 subite. I tre punti sono arrivati Vibonese (2-1), Turris (2-0) e Catanzaro (1-0), mentre i pareggi contro Cavese (0-0), Francavilla (0-0), Catania (0-0), Avellino (1-1) e Bisceglie (1-1). Le sei sconfitte sono arrivate contro Ternana (3-0), Teramo (2-1), Bari (1-0), Monopoli (3-0), Foggia (4-1) e Catania (3-1). In casa però non perde dal 17 gennaio, quando si arresero agli etnei.

I campani sono allenati da Raffaele Di Napoli che ha preso il posto a metà gennaio dell’esonerato Alessandro Erra. In 26 gare di campionato, la Paganese ha utilizzato per ben 23 volte il 3-5-2, mentre il 3-4-1-2, il 5-3-2 e il 4-3-1-2 sono stati utilizzati solamente una volta.

A dirigere l’incontro sarà il Sig. Carlo Rinaldi della Sezione di Bassano del Grappa. Accanto a lui ci saranno Davide Santarossa e Marco Matteo Barberis; il quarto ufficiale sarà Ermes Fabrizio Cavaliere.

Rinaldi, alla sua prima stagione in Serie C, ha diretto sei gare, estraendo 35 cartellini gialli, 1 rosso e assegnando 2 calci di rigore.

Sarà la sua prima volta nel girone C e incrocerà Viterbese e Paganese, che mai aveva diretto prima.

Sono tre i precedenti giocati in Campania, con il bilancio che sorride ai padroni di casa. Viterbese mai vittoriosa al Marcello Torre.

La prima sfida risale al 3 settembre 2006 e la Paganese si impose con un netto 3 a 1. Partita decisa già dopo 17’, quando i locali si portarono sul doppio vantaggio grazie alle reti di Fummo e Guarro. Prima del riposo Tiberi siglò il goal per i gialloblù. Nella ripresa la Paganese sbagliò un calcio di rigore (Corallo si fece ipnotizzare da Fimiani) e dopo essere rimasta in superiorità numerica (espulso Bussi per una manata a Corallo), Esposito a dieci dalla fine fissò il punteggio sul definitivo 3 a 1.

La seconda sfida risale al 5 maggio 2019. La Viterbese, con la testa alla finalissima di Coppa Italia, in formazione ampiamente rimaneggiata perse per 1 a 0 a causa del colpo di testa di Parigi al 60’.

L’ultimo match risale al 22 gennaio 2020 e la gara si chiuse senza reti e senza grandi emozioni.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI