Viterbese da impazzire. Sotto di due reti al 45’, vince al 94’ con Simonelli

di Valentino Cesarini

Emmanuel Mbende

Una Viterbese a due facce sbanca il Viviani di Potenza al termine di una partita ricca di emozioni e di colpi di scena. Sotto di due reti all’intervallo, nella ripresa esce una Viterbese trasformata che proprio all’ultimo ottiene tre punti che all’intervallo sembravano utopia. A decidere il match è un goal di Simonelli al minuto 93’, dopo che Cianci e Mbende avevano siglato una doppietta a testa.
Taurino opta per il 4-3-3, contro il 3-5-2 di una vecchia volpe come Capuano.
Pronti via e Simonelli pescato da Tounkara sfiora il vantaggio. Ma è un fuoco di paglia perché il primo tempo vede i padroni di casa in pieno controllo del gioco e del risultato grazie alla doppietta (15’ e 40’) di Cianci. E piove sul bagnato in casa Viterbese perché Taurino perde Tounkara per un problema fisico. Dubbi sulla seconda rete, perché le immagini televisive non chiariscono se il pallone viene respinto da Urso oltre la linea oppure no. Per arbitro e assistente è goal e non ci si può nemmeno affidare alla tecnologia in quanto in terza serie non è prevista la Goal Line Technology.
Sotto di due reti e con una prestazione brutta nei primi 45’, Taurino nella ripresa si gioca il tutto per tutto: dentro Calì per Bianchi e atteggiamento offensivo. La mossa risulta decisiva e azzeccata, perché Mbende con due colpi di testa, con la complicità del portiere locale specialmente nel primo goal, ristabilisce la parità. Nel finale entrambe le squadre provano a vincere la partita, ma quando il match sembrava destinato al pareggio, proprio all’ultimo tuffo ci pensa Simonelli con un guizzo vincente a regalare una preziosissima vittoria alla Viterbese.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI