Verybello, sito vetrina delle eccellenze Expo 2015

L’Expo si avvicina e l’Italia si prepara ad accogliere turisti da tutto il mondo. Il portale lanciato con grande enfasi dal ministro della Cultura e del Turismo Dario Franceschini evidenzia in partenza delle riduttività: solo in lingua italiana per la promozione di una manifestazione di spessore internazionale . Nessuna possibilità, almeno per il momento, di comprendere il programma se non si conosce la nostra lingua, dato che la sola parola in inglese è quella contenuta nella prima metà del titolo del sito: VeryBello! Il mix anglofono,ha funzionato, ma non nel senso che gli ideatori avevano in mente. In rete l’hashtag #verybello è diventato immediatamente virale, ma sono migliaia le critiche alle carenze del sito, imputato di essere una mescolanza di cose accomodate per creare da subito un programma di eventi da maggio a ottobre 2015. Diversi i refusi anche di geolocalizzazione. Cliccando la mappa relativa ad uno qualsiasi degli appuntamenti la città piemontese di Asti, è post in India. Il sito esalta pure le potenzialità della Tuscia con l’inserimento delle eccellenze culturali made in Viterbo, la nostra città punta molto sull’Expò 2015 per lo sviluppo turistico attraverso una offerta di eccellenze, di cui e il fiore all’occhiello, sarà Gloria la nuova Macchina di Santa Rosa, patrimonio Unesco per i beni immateriali dell’umanità. Il link di VeryBello, inviato a più di tremila siti che si occupano di cultura e turismo, potrà essere utilizzato liberamente. La piattaforma VeryBello può essere ospitata sul web. Tutti coloro che linkeranno il banner di VeryBello potranno inviare la segnalazione dell’avvenuta pubblicazione all’indirizzo email infoverybello@beniculturali.it e saranno inseriti nella pagina degli amici di VeryBello del sito del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. L’dea è perfetta, VeryBello è un nuovo modo di viaggiare in Italia attraverso la nostra straordinaria offerta culturale. Necessita solo di un perfezionamento.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI