Un buon posto dove stare, il libro d’esordio di Francesca Manfredi

Debuttare con una raccolta di racconti, Un buon posto dove stare(La nave di Teseo) non è cosa di tutti i giorni. Quelli di Francesca Manfredi sono undici racconti,storie di quotidianità, senza mai una parola di troppo, che preferiscono nascondere piuttosto che svelare. L’autrice classe 1988,di nascita emiliana,( stavolta non giochiamo in casa), vanta una frequenza alla Scuola Holdenè una grande lettrice di racconti, primi tra tutti quelli di Carver. Con apprezzamento anche altri americani, come Cheever, Ford, D’Ambrosio; Richard Yates sia per i racconti che per Revolutionary Road, (il suo romanzo preferito). Francesca Manfredi è considerata una delle voci più belle e già riconosciute all’estero della nuova narrativa italiana,.Vincitrice del Campiello Opera Prima 2017

Il libro
Gli undici personaggi di Un buon posto dove stare sono essenzialmente soli, Francesca Manfredi ce li mostra immersi nelle proprie stanze, avvolti nella nebbia mentre osservano un macabro incidente stradale, nudi davanti a uno specchio o dietro una finestra gelida, sono questi momenti che ci svelano i tratti interiori di ognuno di loro, la delicatezza e la fragilità di ogni singola vita narrata. Soli, sì, ma se per i personaggi di Yates non esiste forma di salvezza, la Manfredi lascia viva, per ognuno dei propri, la speranza.
Un bosco, una vecchia casa in montagna, la piscina di un condominio. Una bambina che nuota, una ragazza che torna a casa, un padre che scompare, un altro che trova pace nel silenzio umido di una cantina. E poi, nel pulviscolo di istanti che compongono i giorni più normali, affiora la rete dei sentimenti, dei sogni, delle scoperte che illuminano e feriscono, di una memoria in cui si è sempre salvi, ma inguaribilmente soli.
È con grazia e scrittura limpidissima che Francesca Manfredi racconta i protagonisti di queste undici storie, avvolti nella normalità delle loro vite, ma sempre colti sul principio di una soglia da cui poter guardare alle loro fragilità e alle loro inquietudini, come a un posto da cui non è necessario fuggire, un buon posto dove stare.: http://www.lanavediteseo.eu/item/un-buon-posto-stare/

Editore: La nave di Teseo
Collana: Oceani
Anno edizione: 2017
Pagine: 165 p., Brossura
EAN: 9788893441827

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI