Tombola di Natale per aiutare le colonie feline

Sarà dedicata al tema ambientale la settima edizione della “Tombola di Natale” che si terrà il giorno di Santo Stefano, il 26 dicembre, presso il “Light Cafè”, in via della Palazzina. L’iniziativa sarà preceduta da una cena (giro pizza a 10 euro) alle ore 21.00. (Per info e prenotazioni tel: 3332144931).

Il “Light Cafè”, per la prima volta in sette anni, destinerà il ricavato della vendita delle cartelle a un’associazione che si occupa della tutela degli animali, per lanciare un segnale forte di attenzione verso il tema ambientale. I fondi raccolti saranno, infatti, devoluti all’associazione felina viterbese “Bastet “per l’acquisto di mangime. L’associazione è nata solo da qualche mese, da giugno di quest’anno, ma è già molto presente sul territorio ed estremamente impegnata sul proprio obiettivo: la tutela delle colonie feline a Viterbo.

E’ la prima realtà in assoluto nella Tuscia che nasce per occuparsi di un argomento forse finora un po’ troppo sottovalutato, o comunque poco compreso e trascurato per quanto riguarda le inevitabili e complesse interrelazioni tra animali e uomini all’interno di uno spazio urbano relativamente limitato. L’associazione opera su tutto il territorio provinciale, nell’ambito del quale sono state rilevate circa trecento colonie feline seguite ciascuna dal proprio referente. E’ grazie a questi cittadini particolarmente sensibili e responsabili che è assicurata la tutela, la salute e la sopravvivenza di questi animali, facendo attenzione, in particolar modo, che non si rompano quei delicati equilibri che rendono compatibile e, anche reciprocamente piacevole, la convivenza uomini – animali, prevenendo condizioni di conflittualità. Per questa ragione i referenti provvedono alle sterilizzazioni tramite le Asl, o, spesso, addirittura a proprie spese, in modo da contenere il numero dei gatti in libertà entro quei limiti che consentono di salvaguardare l’igiene, l’integrità e la tranquillità degli spazi pubblici, e di provvedere adeguatamente al benessere e all’alimentazione dei singoli individui delle colonie, intervenendo per curare malattie, e impedirne la diffusione, e per somministrare cibo.

I referenti oltre a promuovere l’ambientalismo quale valore ormai acquisito in modo sempre più definitivo e consapevole nella nostra cultura e nel nostro corredo civico di principi, svolgono anche una preziosissima funzione sociale, senza contare che, quando ben tenute, le colonie feline contribuiscono a caratterizzare i centri storici, si pensi agli ormai popolarissimi gatti della Piramide di Roma, oltre a costituire un derattizzante naturale. Non è un caso che il Comune di Viterbo riconosca nel proprio regolamento “l’attività benemerita” di questi cittadini. L’associazione Bastet, che conta già un centinaio di iscritti, nasce per dare il necessario supporto a queste persone e fare rete all’insegna di preziose sinergie nell’interesse della cura dei gatti e della nostra città. La serata avrà, quindi, anche l’obiettivo più ampio di inaugurare una stagione di iniziative volte ad aumentare l’attenzione verso l’importanza della tutela ambientale e il rispetto degli animali quale condizione imprescindibile per tendere a livelli sempre maggiori di qualità anche della nostra vita. 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI