Todis a Viterbo: “Crediamo nella città e investiamo nel territorio”

Giovanni Morelli, titolare del punto vendita Todis di Viterbo, qual è la sua provenienza?
Piccolo imprenditore per vocazione famigliare, 46 anni viterbese doc, un’esperienza professionale nel campo, allenata con l’attività paterna, fornitore del Consorzio per oltre 30 anni.

Una inaugurazione sobria indirizzata al cliente…niente autorità? E’ stata una cerimonia festosa con animazione e divertimento per bambini e degustazione di prodotti locali come la porchetta per gli adulti. Abbiamo di proposito voluto significare il senso dell’accoglienza, espresso nel calore di tutto il personale verso il cliente, che seguendo la filosofia di Todis deve rimanere al centro dell’attenzione.

Cosa ha influito nella sua scelta di aprire un punto vendita Todis a Viterbo?
E’ un progetto che stavamo seguendo da un po’ di tempo. Viterbo è una città che cresce, una popolazione che si integra con stranieri e universitari, la popolazione anziana in aumento abituata a una spesa quotidiana in cui trovare la specificità locale, senza rimpiangere le botteghe di una volta.
Una potenzialità che lascia spazio a un nuovo servizio.

A livello occupazionale quante persone sono state impiegate?
Al momento dodici complessive, con il presupposto di poter allargarne il numero e questo chiaramente si lega alla risposta che avrà il punto vendita.

Un investimento sulla città per risollevarla, con un servizio in più alla cittadinanza… una posizione strategica…Todis Viterbo è una struttura moderna che si adegua ai tempi. Siamo a ridosso della zona commerciale e operativa, a 200 mt dal capolinea Cotral. Una superficie di vendita la nostra di 700 mq, con tre reparti serviti, ortofrutta spazio a km zero, gastronomia, macelleria. Ci serviamo anche dei produttori locali, nel nostro banco si possono trovare le rinomate mozzarelle di Cioffi, il pane del forno Biscetti, la pizza del forno Parea, la pasta fresca di Marini….la prelibata porchetta Bonicar
E la linea di prodotti etnici, biologici, senza glutine e anche per animali.

La catena Todis vanta più di 3700 referenze, le accogliete tutti?Come già detto rappresentiamo tutti i prodotti e tante sono le novità che giornalmente allargano l’offerta nel food, casa, prima infanzia, persona.

Quali sono i requisiti richiesti per affiliarsi a un gruppo come Todis?Serietà, sacrificio, competenza e, soprattutto, un sistema familiare sono i titoli richiesti per affiliarsi al gruppo Todis che si occupa, principalmente, di discount. Caratteristiche che mi hanno portato alla collaborazione imprenditoriale da cui è nato il punto vendita.

In quale bacino del gruppo attingete i prodotti in vendita?
Todis, indubbiamente, offre tutta l’esperienza del gruppo Pac 2000a di cui fa parte, nella scelta dei prodotti ‘attingiamo’ sul loro bacino per cui siamo convinti di offrire una garanzia in più. Per le specificità ci serviamo dei produttori locali.

Todis è anche sinonimo di ecosostenibilità, il punto vendita lo prevede?Il punto vendita rispetta tutti quei criteri che puntano alla salvaguardia dell’ambiente, attraverso tecnologie e materiali che rispondono a requisiti di risparmio energetico. Dall’illuminazione led all’impianto del freddo e, addirittura, ad un assortimento di prodotti, come quelli per l’infanzia, di qualità ed ecosostenibili.

Una scelta imprenditoriale per lei molto forte. Cosa si aspetta?
L’investimento è stato sostanzioso.
Aprire un Todis – non è casuale – insieme abbiamo voluto investire sul progetto, perché con il gruppo crediamo in questa città che riteniamo abbia tutte le potenzialità per accoglierci.
Offrendo un servizio in più alla cittadinanza, oltre a considerarlo un investimento, ritengo sia un modo per contribuire al suo sviluppo. Siamo in grado di poter dare un’offerta vantaggiosa a chi cerca un prodotto di qualità a buon prezzo.
Questo ci dovrebbe portare a una crescita a medio termine, restituendoci una clientela fidelizzata.

Soddisfatto dei primi giorni di apertura?
L’affluenza di questi primi giorni conferma la validità della strategia di quanti hanno creduto – e credono – nelle potenzialità della città. Ho osservato che buona parte dei clienti sta tornando.
Il nostro paniere di offerte è la prova palpabile che a Viterbo ci siamo per sollevare la cittadinanza in una spesa giusta e di qualità grazie a un marchio ben identificato..
Tanta voglia di far bene e di rafforzarci è la nostra scommessa.

[pp_gallery gallery_id=”35028″ width=”400″ height=”400″]

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI