Teatro: “Nemici come prima” al Fabrica Festival

nemici come prima

Prosegue la seconda parte della rassegna Fabrica Festival dedicata al teatro, che vede alternarsi sul placo del Teatro Tenda Palarte compagnie amatoriali provenienti da ogni parte d’Italia. Dopo il successo di domenica 1 marzo dei Maruccini di Chieti con “Questi fantasmi” di Eduardo De Filippo, domenica 8 marzo sarà la volta della Compagnia di Prosa di Trieste che presenterà al pubblico della Tuscia la commedia “Nemici come prima” di Gianni Clementi. L’appuntamento è per le 17.30 al Teatro Tenda Palarte di Fabrica di Roma.

La storia è uno scorcio di banale quotidianità: l’ultima corsa in ospedale di un ricco commerciante di carni seguito dalle figlie e dal genero che fanno a gara per contendersi l’eredità. I litigi e le discussioni dei tre sono intervallate dalla comparsa dell’affaccendato infermiere, che telefona all’amante dal telefono dell’ospedale, fuma in corsia, vende sottobanco sigarette, propone vantaggiose vendite di bare e loculi alle famiglie dei ricoverati. A ribaltare le sorti della vicenda è l’arrivo della badante ucraina dell’uomo che, con mossa astuta, surclassa i membri della famiglia convincendo l’anziano a sposarla e a farla unica erede del patrimonio di famiglia. Le due figlie e il genero si alleano allora per cercare di sventare il pericolo imminente di restare senza una lira.

“Nemici come prima” è una commedia il cui obiettivo è raccontare la società attuale, legata si ai valori della famiglia ma sotto ai quali si nascondono però comportamenti malvagi, egoismi e prevaricazione. Due ore di spettacolo che faranno ridere il pubblico con dialoghi rapidi e coinvolgenti e battute recitate con bravura e allegria grazie alla penna di Gianni Clementi, che dalla fine degli anni ’80 ha firmato molte delle commedie teatrali più di successo degli ultimi anni, alcune delle quali ancora oggi in scena nei teatri italiani e stranieri.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI