Sport e solidarietà al Palamalè con Eta Beta

Eta beta

Martedì 16 dicembre al Palazzetto dello Sport di Via Monti Cimini si replica la manifestazione giunta alla sua undicesima edizione, fortemente voluta dal suo ideatore Giorgio Schirripa, neurochirurgo egregio sensibile al problema della disabilità, in sua continuità portata avanti da Eta Beta. Si tratta di un appuntamento ideale per anticipare il Natale viterbese, che vede protagonisti gli studenti delle scuole medie superiori e gli stessi ragazzi di Eta Beta.

Il programma dell’evento prevede che per tutta la mattinata si svolgeranno una serie di mini tornei nelle varie discipline sportive: pallavolo, pallacanestro, scherma e calcetto, sotto la regia del professor Nuccio Chiossi. L’obiettivo della manifestazione è di far apprendere ai giovani studenti le numerose attività proposte dall’associazione Eta Beta, in collaborazione con l’Unità operativa complessa di Neuropsichiatria infantile della Ausl di Viterbo diretta dal professor Marco Marcelli.

Uno staff allargato ha reso attivo l’evento rafforzandolo in tutti questi anni ed è proprio grazie alla collaborazione tra l’associazione Eta Beta, guidata dall’ex prefetto di Viterbo Aurelio Cozzani, l’Unità di Neuropsichiatria infantile, la cooperativa sociale Gli Anni in Tasca, Ufficio Scolastico Provinciale e le scuole secondarie superiori di Viterbo (in particolare il Liceo Classico-Linguistico “Mariano Buratti”, l’Istituto Tecnico “Paolo Savi”, l’Istituto Pedagogico “Santa Rosa” di Viterbo e l’Istituto Professionale “Francesco Orioli”).

Nel corso degli anni il numero crescente degli studenti partecipanti all’evento ha testimoniato la sensibilità dei giovani sul tema della disabilità, con l’elevarsi di una richiesta spontanea di volontariato nei progetti di carattere educativo e riabilitativo che la Neuropsichiatria e l’associazione consigliano ai ragazzi (vela, basket, teatro, nuoto).Una risposta concreta ad un progetto che il Prof.Giorgio Schirripa aveva fortemente voluto.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI