Riciclo apparecchi elettrici: Tarquinia prima nel Lazio

riciclo

L’Ancitel premia Tarquinia per essersi distinta nel 2013 nel riciclo dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, nell’ambito del “Bando RAEE 2014”.

Il Comune, nella fascia identificata come “misura 2”, si è classificato al primo posto nel Lazio e all’ottavo in Italia, ottenendo un finanziamento per potenziare il servizio di raccolta. «Questo riconoscimento parla di un modello virtuoso per una città che ha risposto positivamente al servizio di conferimento all’eco area delle apparecchiature elettriche ed elettroniche. – dichiara il sindaco Mauro Mazzola – Dobbiamo continuare su questa strada e l’unico modo per farlo è la collaborazione tra istituzioni e cittadini». Smartphone, tostapane, carica-batterie, ma anche frigoriferi e vecchie lavatrici non possono essere gettati nell’indifferenziata né tantomeno abbandonati vicino a secchioni o, peggio, nelle campagne. Tutti gli apparecchi elettronici ed elettrici, i cosiddetti RAEE, una volta che termina il loro ciclo di vita diventano rifiuti catalogabili dalla normativa come “pericolosi” ma, se correttamente conferiti ai centri di raccolta o alle isole ecologiche è possibile recuperare materie prime quali rame, ferro, acciaio, alluminio, vetro, argento, oro, piombo, mercurio.

Il centro di raccolta presso l’ex cartiera è aperto dal lunedì al sabato: il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 6 alle ore 12; il martedì, il giovedì e il sabato, dalle ore 8 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 17.

Il numero verde per il ritiro dei rifiuti ingombranti 800.8043.33 è attivo dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle ore 12.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI