Progetto Egidio 17: a Palazzo Brugiotti il programma 2015/2016

Nel 2017 il mondo celebrerà il V centenario della Riforma. Una ricorrenza destinata a unire l’Australia e gli Stati Uniti, l’Europa e l’Africa. L’Italia rischia di rimanere a margine di un simile evento se non accenderà i riflettori su quello straordinario episodio che fu l’ecclesia viterbiensis, punto di riferimento internazionale per quanti, nel primo 500, volevano una riforma della Chiesa e della società nel suo insieme. 

Viterbo può proporsi come momento di snodo di questa riflessione e può essere l’occasione che l’Italia attende per non restare tagliata fuori da una manifestazione di levatura mondiale, diventando un grande teatro per spettacoli, mostre, festival e conferenze.

Per questo sarà presentato mercoledì 28 ottobre alle 11 a Palazzo Brugiotti in via Cavour a Viterbo il programma 2015/2016 del Progetto Egidio 17.

Introduce Antonio Rocca (Egidio17) Vincenzo Ceniti (Touring Club) coordinerà gli interventi di alcuni tra i più rappresentativi operatori culturali attivi sul territorio, che mostreranno come sia possibile declinare il progetto secondo differenti prospettive per recuperare un’immagine a tutto tondo della città e moltiplicarne le potenzialità, culturali ed economiche.

Partecipano Serena Achilli (Algoritmo), Stefano Aluffi-Pentini (Associazione Dimore Storiche Italiane), Fabrizio Bastianini (Scuola Musicale Comunale di Viterbo), Massimiliano Capo (Medioera), Padre Mario Mattei (Ordine degli Agostiniani), Federico Meschini (Quartieri dell’Arte), Marco Paolocci (Promotuscia), Angelo Proietti (I sapori del rito), Antonello Ricci (Banda del Racconto), Filippo Rossi (Caffeina),Gianpaolo Serone (Archeoares), Simonetta Valtieri (Associazione Culturale RinascimentiAmo: un Futuro per il Passato), Sofia Varoli Piazza (Egidio17).

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI