“Nel contagio” di Paolo Giordano siamo una comunità che comprende l’interezza degli esseri umani

Come in una sorta di diario, dal 29 febbraio alla prima settimana di marzo, l’autore de ‘La solitudine de i numeri primi’, Premio Strega e Premio Campiello Opera Prima, con un dottorato in fisica, mostra la faccia e i pericoli del “primo virus nuovo a manifestarsi così velocemente su scala globale”. Ci fa vedere la sua audacia e sfacciataggine di Covid-19 che “ci svela qualcosa che prima sapevamo ma faticavamo a misurare: la molteplicità di livelli che ci collegano gli uni agli altri, ovunque, nonché la complessità del mondo che abitiamo, delle sue logiche sociali, politiche, economiche, ma anche interpersonali e psichiche”.
E considera aleatorio il fatto che l’Italia si sia trovata “sul podio di questa competizione ansiogena” perché “non esistono più confini, regioni, quartieri. Ciò che stiamo attraversando ha un carattere sovraidentitario e sovraculturale. Il contagio è la misura di quanto il nostro mondo è diventato globale, interconnesso, inestricabile”.
Ho pensato di combinare questi due pensieri, tutte le riflessioni che mi sembravano rilevanti, in un saggio breve, immediato. Che possa servire per dare piú senso alle nostre limitazioni e meno spazio alla paura e alle congetture incontrollate. Spero che possa aiutare soprattutto chi ha la responsabilità di spiegare agli altri, in particolare ai ragazzi. Per sostenerli nell’angoscia di questo momento, per smontare le teorie che circolano incontrollate e per instillare in loro dei pensieri che saranno l’unica prevenzione affinché tutto questo non si ripeta uguale nel futuro».
Il libro è disponibile dal 26 marzo in versione ebook, e in audiobook su Audible.
I proventi del libro andranno alla creazione di due borse di studio presso la SISSA: una sull’intelligenza artificiale e l’analisi dei dati applicate all’epidemiologia, l’altra per un’indagine sull’epidemia di Covid-19 nel nostro Paese.
Un libro che fissa un avvenimento epocale che abbiamo voluto includere nella nostra sezione “Parole e storie“.

L’Autore:
Nell’anno accademico 2006-2007, ha conseguito la laurea specialistica in fisica delle interazioni fondamentali presso l’Università degli studi di Torino.
Ha vinto una borsa di studio per frequentare il corso di dottorato di ricerca in fisica delle particelle, presso la Scuola di dottorato in Scienza e alta tecnologia del medesimo ateneo. È autore del romanzo La solitudine dei numeri primi (Mondadori, 2008 – Premio Campiello Opera Prima, Premio Fiesole Narrativa Under 40 e Premio Strega 2008).
Un suo racconto è incluso nell’antologia Dignità! Nove scrittori per Medici Senza Frontiere (Feltrinelli 2011).
Tra gli altri suoi romanzi ricordiamo Il corpo umano (Mondadori 2012), Il nero e l’argento (Einaudi 2014) e Divorare il cielo (Einaudi 2018).
La solitudine dei numeri primi ha inaugurato nel 2014 la collana innovativa della Mondadori Flipback.
Nel 2020 pubblica con Einaudi il saggio Nel contagio.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI