Montefiascone, Asl Viterbo: “Un nuovo ecografo di ultima generazione è in funzione all’unità operativa di Diagnostica e screening senologico”

Un nuovo ecografo di fascia premium da ieri è operativo presso l’unità operativa di Diagnostica e screening senologico, diretta da Maria Teresa Strassera.

Prosegue, dunque, il percorso di aggiornamento tecnologico che l’azienda sanitaria viterbese ha avviato in maniera significativa e che, nei giorni scorsi, ha visto l’entrata in funzione di un ecocardiografo presso la Cardiologia dell’ospedale di Civita Castellana e di due ecografi di ultima generazione, uno presso la Terapia del dolore e cure Palliative a Montefiascone e uno al reparto di Ostetricia e ginecologia di Belcolle.

La strumentazione a disposizione della Diagnostica e screening mammografico è stata acquistata dalla Asl di Viterbo, grazie a un finanziamento erogato dalla Regione Lazio, per una cifra di oltre 50mila euro.

L’ecografo vanta una elevata capacità di risoluzione spaziale e temporale dell’imaging ad ultrasuoni ed è dotato di una sonda lineare per lo studio della mammella. Garantisce, inoltre, tutti gli aspetti di acquisizione e di elaborazione del segnale acustico per lo studio dei piccoli organi, fornendo agli operatori sanitari un contributo prezioso nell’assumere decisioni accurate con soluzioni diagnostiche efficaci rispetto ai problemi di salute delle donne.

La Diagnostica e screening senologico – commenta il direttore della struttura, Maria Teresa Strassera -, nella sua sede, ormai storica, di Montefiascone, è il centro aziendale del programma di screening mammografico che opera su tutto il territorio provinciale mediante le unità mobili di mammografia, portando la prevenzione alle donne. L’unità operativa rappresenta un modello virtuoso per l’intero servizio sanitario regionale e, assicurando una presenza capillare in tutta la Tuscia, raggiunge da anni la più alta percentuale di adesione nel Lazio al programma di screening senologico”.

Presso il centro di Montefiascone, inoltre, vengono eseguiti tutti gli approfondimenti diagnostici necessari al raggiungimento della diagnosi.

“Grazie al nuovo ecotomografo di ultima generazione, che l’Azienda ha messo a disposizione della nostra struttura – conclude Maria Teresa Strassera -, potrà essere ottimizzata l’accuratezza diagnostica garantendo elevati standard di qualità delle prestazioni erogate”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI