L’ITT Leonardo da Vinci ha completato il progetto Erasmus+ Customizable Drones

L’ITT Leonardo da Vinci ha completato il progetto Erasmus+ CUSTOMIZABLE DRONES, Il progetto, oltre all’istituto di Viterbo, ha coinvolto un istituto di Bordeaux Lycee Professional “Flora Tristan” e un Istituto di Istanbul “Sultanbeyli Sabiha Gokcen Mesleki ve Tecnik Anadolu Lisesi”.
L’obiettivo principale dell’attività è stato di avviare gli studenti a progetti che abbiano una prospettiva di innovazione tecnologica e di cooperazione internazionale tra gruppi di lavoro multinazionali e multidisciplinari.
Gli studenti partecipanti già con un profilo tecnico di buon livello, nei settori di informatica, programmazione, elettronica di base, costruzione e manutenzione di aeromobili, concetti di meccanica del volo e aerodinamica hanno ulteriormente incrementato le loro competenze. Durante il percorso, tutti gli studenti hanno conseguito le certificazioni linguistiche B1 e B2 secondo lo standard Cambridge Institute.
Gli studenti hanno collaborato con colleghi di altri paesi europei, hanno sperimentato il lavoro con colleghi che parlano un’altra lingua, un’altra mentalità e un diverso background culturale. Hanno potuto avere una visione interna del sistema di istruzione tecnica dei paesi ospitanti.
Questo progetto ha innescato un’enorme crescita delle competenze interculturali per gli studenti e gli insegnanti coinvolti.
Le attività svolte, dal punto di vista tecnico, hanno consentito di sviluppare importanti modifiche ai droni, che sono state condivise con gli studenti più giovani al fine di poter implementare e perfezionare l’apparato. Il valore delle applicazioni sviluppate consentirebbe di poter brevettare le modifiche effettuate.
L’attività svolta ha fatto emergere la nostra scuola in un ambito internazionale e ha consentito di interfacciarsi con altre realtà europee, in ambito tecnico, sociale e linguistico. Il progetto ha messo in risalto un desiderio della scuola di aprirsi alla comunità internazionale nell’ ottica di una didattica europea di confronto e crescita condivisa.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI