Liceo Mariano Buratti.”Che la lapide torni visibile”

Riceviamo e pubblichiamo copia della lettera inoltrata dal Centro Ricerca per la Pace al Sindaco di Viterbo:

“Sono anni che la lapide che ricorda Mariano Buratti, posta all’ingresso del liceo al martire antifascista intitolato, continua ad essere invisibile poiche’ il colonnato dietro cui si trova e’ inaccessibile e coperto da teli.
Ripetutamente nel corso degli anni sia io che altri abbiamo chiesto che quell’area di pochi metri quadrati venisse ripulita, i teli tolti, e la lapide di Mariano Buratti resa finalmente di nuovo visibile.
Lo chiedo ancora una volta.
Quella lapide che ricorda il docente e l’eroe torturato ed assassinato dai nazifascisti deve essere visibile, memoria viva della citta’, pietra di paragone, luogo di meditazione, fonte preziosa di ispirazione ad ogni persona di retto sentire e di volonta’ buona.”

Peppe Sini, responsabile del “Centro di ricerca per la pace e i diritti umani” di Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI