L’Etruria meridionale rupestre: ne parla Stephan Steingraeber

rupestri

Per la rassegna “Percorsi, laboratori, incontri al Museo” sabato 28 marzo alle 16.30 presso il Museo della Ceramica Casimiro Marcantoni in via Gramsci 3 a Civita Castellana,  Stephan Steingraeber parlerà delle Necropoli rupestri dell’Etruria Meridionale interna e di altre zone del Mediterraneo orientale.

Stephan Steingraeber è curatore insieme a Francesca Ceci degli Atti del Convegno Internazionale “L’Etruria rupestre dalla Protostoria al Medioevo”. Il convegno internazionale si è svolto a Barbarano Romano e a Blera nell’ottobre del 2010. Il volume raccoglie interventi di numerosi studiosi che hanno affrontato questo aspetto così significativo dell’Etruria centro-meridionale, confrontandoli con il più ampio contesto del Mediterraneo, dalla Preistoria sino al Medioevo.

Stephan Steingraeber, nato a Monaco di Baviera nel 1951, ha studiato in Germania e in Italia Archeologia classica, Etruscologia, Storia antica e Protostoria. Ha lavorato all’Istituto Archeologico Germanico a Roma e ha insegnato soprattutto alle Università di Monaco, Magonza, Tokyo, Roma Tre, Padova e Foggia. È stato visiting professor negli Stati Uniti, in Danimarca e in Italia ed è attualmente Professore Associato di Etruscologia e Antichità italiche presso l’Università di Roma Tre. Le sue circa 180 pubblicazioni, tradotte parzialmente in varie lingue, trattano soprattutto temi della topografia storica, dell’urbanistica, dell’architettura e della pittura funeraria dell’Etruria e dell’Etruria meridionale. È membro dell’Istituto di Studi Etruschi di Firenze, dell’Accademia Etrusca di Cortona, dell’American Institute of Archaeology e dell’Istituto Archeologico Germanico. Oggi vive fra Vetralla e Barbarano Romano, nel cuore del territorio delle necropoli rupestri dell’Etruria meridionale.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI