L’archeologia dei media, il libro Jussi Parikka, uno studio del passato per comprendere il presente

L’archeologia dei media indaga con strumenti innovativi la logica non lineare di tale sviluppo. Jussi Parikka, uno dei protagonisti di questo nuovo corso di studi, propone un’introduzione completa e approfondita alla disciplina. L’archeologia dei media, all’incrocio tra l’archeologia del sapere di Michel Foucault e la storia materiale dei media di Friedrich Kittler, attrae e fa dialogare non solo la storia e la filosofia dei media, ma anche le pratiche artistiche che tematizzano le identità dei mezzi di comunicazione. Ne deriva un libro fondamentale per comprendere che cosa sono oggi i media, che cosa non sono più e che cosa stanno diventando.
Secondo l’autore: “L’archeologia dei media nasce come metodo teorico per costruire un’idea più complessa di conoscenza storica. Credo che questa sia una delle ragioni per cui funziona come strumento di approfondimento della realtà culturale contemporanea; le questioni relative al futuro e al futurismo persistono, ma molte delle intuizioni vengono sviluppate attraverso nuove modalità di approccio al passato”.EDITO DA Carocci è un libro acquistabile anche in on line

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI