La Viterbese batte il Castiadas 2-1 ma esonerato allenatore

Viterbese (4-3-3): Pini; Pandolfi, Dierna, Pomante, Pacciardi (23′ pt Perocchi); Dorigatti (62′ Addessi), Giannone, Nuvoli; Neglia (78’ Belcastro), Romeo, Oggiano. In panchina: Mastropietro, Scardala, Pace, Nohman, Boccardi, Cuffa. Allenatore: Stefano Sanderra.
Castiadas (4-4-2): Pioli; Provenzano, Pinna (dal 73° Usai S.), Bruno, Cordeddu (dal 62° Frau); Migoni, Berardi, Usai A., Porru (dal 73° Coquin); Majer, Piras E.. In panchina: Dessalvi, Orrù, Piras N., Anedda, Marongiu, Tosi. Allenatore: Andrea Piccarretta.
Arbitro: Jacopo Tolve di Salerno
Reti: 10° Giannone (rig.); 27° Romeo; 76° Coquin

S’inizia alle 15.00 e il Castiadas è l’avversaria ideale per conseguire la prima vittoria. La partita comincia ed entra presto nel vivo con la Viterbese che tenta di sbloccare subito il punteggio e ci riesce all’11° minuto, quando la difesa del Castiadas interviene fallosamente su Dorigatti in area, l’arbitro ravvede la scorrettezza e fischia il calcio di rigore a favore dei gialloblù. Batte Giannone, che spiazza il portiere e porta il risultato sull’1 a 0. Al 23° s’infortuna Pacciardi e al suo posto entra Perocchi. Al 28°, dagli sviluppi di un calcio d’angolo, Giannone crossa in area e Romeo in sforbiciata insacca la palla alle spalle del portiere, arrotondando il punteggio sul 2 a 0. La Viterbese prende coraggio, spinge in avanti e costringe la formazione sarda nella propria metà campo. Al 39° Oggiano colpisce una traversa, mentre il Castiadas fa fatica a costruire azioni offensive in grado di impensierire seriamente gli avversari. Le due squadre rientrano negli spogliatoi sul 2-0 per i gialloblù, che senza strafare sono riusciti a mettere una buona ipoteca sull’esito dell’incontro.
Alla ripresa il ritmo di gioco non cambia e delineerà un secondo tempo segnato da tanti punti interrogativi.
Una Viterbese che amministra il proprio vantaggio con molta tranquillità. Al 62° entra Addessi ed esce Dorigatti per le fila gialloblù, mentre per il Castiadas entra Frau ed esce Cordeddu. La formazione nero verde perde molti palloni a centrocampo e i padroni di casa cercano di approfittarne per lanciarsi in attacco, ma spesso vengono fermati in fuorigioco. Al 73° gli ospiti operano ancora un paio di cambi: dentro Usai S. E Coquin, al posto di Pinna e Porru. Una mossa azzeccata, perché due minuti più tardi, al 75° è proprio Coquin che corregge in rete un cross di Usai, tirato dalla bandierina. L’attaccante sardo sigla il goal del 2 a 1 e il Castiadas si rianima, tanto da sfiorare il pareggio sempre con Coquin.
La Viterbese scompare dal terreno di gioco ancor prima del fischio finale, conscia di un risultato ormai assicurato seppur ottenuto con la penultima in classifica il Castiadas. “Poche parole, si deve vincere” aveva detto deciso Mister Sanderra e a fine di questa partita in sala stampa ha aggiunto che ancora c’è da lavorare molto sul piano del gioco. Cinque i minuti di recupero e il risultato rimane fermo sul 2 a 1. Tre punti portati a casa, sei di distacco da quell’Ostia Mare primo in classifica con quindici punti. Immediatamente arriva la notizia dell’esonero dell’allenatore da parte della presidenza. Prossimo turno in trasferta a Nuoro con nuovo Mister. (S.G.)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI