Immagini dal Sud del Mondo: al via edizione inverno

Dopo l’edizione di Aprile che si era aperta con la proiezione di Fuocoammare di Gianfranco Rosi, Orso d’oro al Festival di Berlino,torna Immagini dal Sud del Mondo con la programmazione invernale della XXII edizione G.A.I.A, che mette al centro il tema dei Generi, dell’Accoglienza, dell’Intercultura, degli Ambienti: argomenti di grande attualità come l’accesso alla terra per i piccoli contadini, le scelte sessuali, i problemi di genere, l’accoglienza degli emigrati, il cambiamento climatico e la perdita della biodiversità. La rassegna proposta al pubblico cerca di creare un filo conduttore tra questi  temi con l’attenzione che le appartiene da sempre a produzioni indipendenti italiane e del sud del mondo. Ad aprire sarà il film documentario “ Liberami” di Federica Di Giacomo, vincitore della Sezione orizzonti alla 73°Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, il 17 Novembre alle 21 presso il cinema Trento, una storia di “possessione” “molto più impressionante di qualunque Esorcista” come scritto da La Stampa. Le proiezioni poi proseguiranno tra Novembre e Dicembre tra Civita Castellana ( Festival di Civitonica), Calcata, per i comuni del Distretto della Via Amerina e delle Forre Bio- District, il circolo Arci Cosmonauta, e il dipartimento Dafne facoltà ex-Agraria Vt; saranno ospiti autori o registi per ogni appuntamento. La rassegna è organizzata da Aucs Onlus, attiva da 30 anni e dal 1994 promotrice di Immagini dal Sud del Mondo come racconta Francesca Cafolla presidente di Aucs in conferenza stampa “ Aucs negli ultimi anni è attiva anche nelle scuole, con Arci, con alcuni comuni della provincia, con la Casa Circondariale di Viterbo con la proposta di un laboratorio audiovisivo”. Ha continuato poi Letizia Lucangeli, Direttore Artistico della rassegna ISM “Immagini dal Sud del Mondo nella proposta di un cinema fuori mainstream vuole valorizzare giovani autori che non trovano spazio, prediligendo così film dall’Africa, dall’Asia, dall’America Latina. Ci auguriamo che trovi sempre un più ampio sostegno dagli enti per una collaborazione più profonda del territorio” Alla presentazione hanno partecipato anche Bruno Roberti, critico cinematografico e docente di cinema all’Università di Calabria “ Il cinema del reale è l’area più vitale del cinema italiano, pensiamo al regista Rosi che ha vinto l’Orso d’Oro a Berlino e all’attenzione al reale che ritorna dalla tradizione del neorealismo; importante è lo sguardo sul reale e sull’immaginario attivo del sud” Sono intervenuti in conferenza stampa Marco Trulli, presidente Arci Comitato provinciale Viterbo, che ha ribadito l’importanza del sostegno a momenti di condivisione e riflessione come quelli offerti dagli appuntamenti cinematografici proposti nella scelta artistica di percorsi indipendenti tra realtà e visionarietà, “poiché è una produzione diversa che oltre a fare cultura, deve fare anche società”.

A conclusione le parole dell’assessore alla Cultura Delli Iaconi che ha annunciato la volontà di dotare il Teatro Unione di una struttura per la proiezione di film e iniziative legate al mondo cinematografico.

La rassegna Immagini Sud Dal Mondo è realizzata “ con il contributo dell’Assessorato alla Cultura e politiche giovanili della Regione Lazio grazie al bando 2016 per la promozione e valorizzazione del patrimonio audiovisivo”.

[pp_gallery gallery_id=”63697″ width=”550″ height=”357″]

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI