Il rito della Messa nelle chiese della Tuscia

Papa Francesco

Il Natale per il cristiani è il simbolo della Natività e per tutti l’appuntamento è con la Messa di mezzanotte, dopo il cenone che riunisce tutta la famiglia, un incontro  intenso che sempre più va svanendo. In tutte le Basiliche e chiese principali dei centri della Tuscia, il rito si ripete nella messa solenne con l’arrivo del Bambino Gesù che torna portatore di nuova vita , di un messaggio di speranza per i sofferenti, che vivono il dolore della malattia, della perdita di un posto di lavoro, o della mancanza di un lavoro, A Viterbo l’appuntamento è nelle Chiese di parrocchia oppure in Duomo, nella Basilica della Quercia, , mentre per i devoti della Santa Patrona Rosa, l’appuntamento è per il giorno di Natale con la Messa solenne alle ore 10,30.

Nella Basilica di Santa Rosa non tutti sanno che ogni 1° e 3° domenica del mese si celebra la Messa in lingua romena alle ore 18,30 per la comunità fortemente presente nel capoluogo della Tuscia.

Per coloro che costretti a casa non si possono muovere la Messa di Natale per la prima volta, in diretta dalla basilica di San Pietro, con la solenne celebrazione natalizia, presieduta da Papa Francesco, in diretta in tre dimensioni solo su Sky 3D e in Alta Definizione su Sky TG24 HD. E nessun luogo può eguagliare l’emozione della Messa di Natale nella basilica di San Pietro. Il cuore della cristianità, la presenza ineguagliabile di Papa Francesco: un  elemento che  concorre a rendere unica la celebrazione della basilica vaticana,

E in tema di cristianità ci piace riportare questa bella notizia: il settimanale Famiglia Cristiana sceglie Don Luigi Ciotti Uomo dell’anno. È presente con la sua associazione Libera anche nella Tuscia, dove è ben conosciuto perché lui da sacerdote degli ultimi non manca ad occasione alla quale viene invitato.“Lo abbiamo scelto per il coraggio e la capacità di coinvolgere credenti e non credenti a reagire all’impotenza in cui versa l’Italia”, spiega Don Sciortino Direttore del settimanale.Un grande messaggio di speranza per tutti.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI