Il primo dei “Tramonti in scena”di Ferento omaggia Dante in “tripla dimensione”: letteraria, musicale e figurativa

Un omaggio a Dante a settecento anni dalla sua morte. Il primo dei “Tramonti in scena” di Ferento avviene questa domenica 18 luglio  in “tripla dimensione”: letteraria, musicale e figurativa. A dargli corpo, rispettivamente, Giuseppe Rescifina, Giancarlo Necciari e Alessandra Ragonesi, che ricordano i legami del massimo poeta con la Tuscia, rievocati attraverso episodi della Divina Commedia. Attento e alla fine entusiasta il pubblico ospitato accanto al palco allestito all’esterno dell’anfiteatro e a pochi metri dalle antiche terme. Tanti applausi e strette di mano.

Nuovo appuntamento con i Tramonti martedì 20 luglio con lo spettacolo di teatro, danza e musica “Lupus in fabula” con Chiara Meschini e Luisa Stagni.  (L.C.)

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI