F.I.N. Viterbo: al Master di nuoto a Ostia, tre titoli regionali e tre argenti

Si sono svolti nel mese di febbraio per quattro week-end consecutivi, i regionali master di nuoto ad Ostia e la squadra del Centro federale di Viterbo, che si allena presso la piscina S.M.A.M. dell’Aeronautica Militare, centra l’obiettivo stagionale, dimostrando che nello sport contano i risultati e non le chiacchiere.
Questo il report della spedizione.
Il primo ad entrare in acqua per affrontare i 400 misti (4 vasche per ogni stile a delfino, dorso, rana e stile libero) è Marco Arriga che, pur essendo al suo esordio nel mondo delle gare, riesce a dominare l’emozione e, con il tempo di 7’,01, si piazza al primo posto della categoria, laureandosi campione regionale M30.
Nella settimana successiva continuano gli allenamenti di“scarico” e, questa volta, è il turno della compagine formata dagli atleti Teodori Marco, nei 100 stile libero, Piedilato Michele, Moscatelli Maria Giovanna, Alessia Erasmi e Dimitri Cosimo, nei 200 Farfalla, ben 8 vasche a delfino, considerata la gara più dura del circuito.
Iniziano le donne, Moscatelli (M40) ed Erasmi (M30), che pur rientrando entrambe da due anni di assenza dal mondo delle gare, impongono i loro ritmi alle avversarie e si laureano Campionesse regionali con il tempo rispettivamente di 3’31,01 e di 3’25,83, ripristinando il dominio interrotto.
È la volta degli uomini; il primo a scendere in vasca è Dimitri Cosimo, che con caparbietà e spirito di abnegazione, che l’ha contraddistinto dall’inizio della stagione natatoria, si ferma a un solo secondo dal primo e, con il tempo di 3’13,21, vince l’argento. La batteria seguente, vede ai blocchi di partenza il coach, Piedilato Michele, che con il tempo di 2’51,74, ottiene un ottimo secondo posto, che lo conferma ai vertici dei regionali da oltre 10 anni.
Chiude la manifestazione del sabato il velocista del gruppo, Teodori Marco (M35) che, alla partenza dei 100 stile, stacca con un tuffo da manuale gli avversari, ma non riesce a concretizzare il vantaggio sul finale di gara che con il tempo di 1’08,89 lo fa scendere nella parte bassa della classifica, pur collocandosi al primo per forma fisica e simpatia.
Si chiudono i regionali con le ultime gare della domenica ed è la volta di Bartolucci Francesco, il giovane della squadra, categoria M25, che con il tempo di 1’04,83, vince l’argento con la sicurezza dell’ex agonista che rientra alle gare.
Al termine della manifestazione è stata espressa soddisfazione dall’allenatore federale Piedilato Michele, che sta sperimentando una nuova metodologia d’allenamento che, unita ad un’alimentazione adeguata, ha permesso di vincere tre titoli regionali e tre argenti.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI