È scomparso David Bianchini, fondatore dell’impresa artigiana viterbese Stilhaus

È scomparso ieri sera David Bianchini, fondatore di Stilhaus, importante azienda di produzione dell’arredo bagno. Aveva 74 anni. La Cna di Viterbo e Civitavecchia ha appreso con dolore e commozione la notizia.

Diplomatosi all’Itis di Grosseto, dopo aver acquisito un solido bagaglio di esperienze professionali nell’industria, prima a Torino poi a Scandicci, Bianchini era arrivato a Viterbo nel 1971 per dirigere le officine Samal. E nel capoluogo della Tuscia, al Poggino, nel 1978 aveva aperto l’azienda Scichaus.

Da allora, l’evoluzione di questa realtà artigiana, che nel 2008 ha assunto la denominazione di Stilhaus, è stata continua, dall’ampliamento dell’occupazione alle innovazioni nei processi di lavorazione e nei servizi, fino all’espansione nei mercati internazionali.

“David ha guidato con orgoglio questa crescita, da alcuni anni insieme con i figli Michela e Simone (quest’ultimo è consigliere camerale e vicepresidente della Cna territoriale), grazie alla sua capacità di mantenere inalterate le peculiarità di una impresa familiare radicata nel territorio che ha l’ambizione di rappresentare la qualità del made in Italy e che produce nel rispetto della dignità delle persone che lavorano al proprio interno e degli stakeholder”, afferma la Cna, ricordando che a Stilhaus è stato consegnato nel 2008 il Certificato di Garanzia Sociale dalla Provincia di Viterbo e nel 2011 il Premio di Responsabilità Sociale dalla Camera di Commercio di Viterbo.

Nel 2014 David Bianchini ha ricevuto il Premio Mastro Fardo alla virtù civica e alla solidarietà per la sensibilità mostrata verso le persone diversamente abili.

Nel 2016 gli è stato conferito il titolo di Cavaliere del Lavoro.

“Quella di David Bianchini è stata una vita di passioni e di impegno. Ne ricorderemo sempre non solo l’intelligenza e le competenze, ma anche la generosità e la forte tensione ideale e morale che lo ha animato”, dice la Cna, esprimendo ai familiari sentimenti di vicinanza e profondo cordoglio.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI