Covid-19 Cura Italia sospensione mutui: le notizie utili in caso di criticità

In seguito all’emergenza Covid, nel Decreto ‘Cura Italia’, l’operatività del c.d.fondo Gasparrini – che prevede il diritto, per i titolari di un mutuo contratto per l’acquisto della prima casa che siano nelle situazioni di temporanea difficoltà previste dal regolamento, di beneficiare della sospensione del pagamento delle rate fino a 18 mesi – è stata estesa:
AI lavoratori dipendenti con riduzione o sospensione dell’orario di lavoro (ad esempio per cassa integrazione) per un periodo di almeno 30 giorni;
AI lavoratori autonomi e ai professionisti che abbiano subito un calo del proprio fatturato superiore al 33% rispetto al fatturato dell’ultimo trimestre 2019.

Inoltre, per tutte le ipotesi di accesso al Fondo:
– non è più richiesta la presentazione dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE);
– è possibile beneficiare anche per chi ha già fruito in passato della sospensione (purché l’ammortamento sia ripreso da 3 mesi);
– è stato previsto che il Fondo sopporti il 50% degli interessi che maturano nel periodo della sospensione.

Per ottenere la sospensione del mutuo coloro che sono in possesso dei requisiti previsti e che si trovino nelle situazioni in cui è previsto l’intervento dello stesso, devono prendere contatto con la banca che ha concesso il mutuo, la quale dietro presentazione della documentazione necessaria procede alla sospensione del finanziamento.
Qui tutte le info e i moduli per effettuare la richiesta:
https://bit.ly/3454tIe

In seguito a segnalazioni di diverse criticità poste dagli istituti di credito, come l’applicazione di ulteriori condizioni restrittive per poter beneficiare della sospensione, non previste dalla norma, che non consentono l’accesso al fondo. In caso di segnalazioni, si può scrivere all’indirizzo e mail che la presidente della Commissione Banche Carla Ruocco ha appositamente istituito a tale scopo com.banche@camera.it

MoVimento 5 Stelle Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI