Continua la ricerca di “School Empathy Project” nelle scuole viterbesi

Prosegue nelle due scuole del viterbese (Viterbo e Vitorchiano) la sperimentazione e la ricerca sugli effetti psicobiologici della Didattica delle Emozioni®️, il nuovo metodo educativo basato sulla costruzione di competenze emotive e relazionali più efficaci nei bambini.

Da molto tempo infatti i più accreditati studi nell’ambito della psicologia dello sviluppo e della pedagogia affermano che la capacità di individuare, modulare e gestire le emozioni costituisce il miglior fattore di protezione per affrontare, in età più adulta, disagi e difficoltà.

Il metodo della Didattica delle Emozioni®️ è già stato validato in Italia e in alcuni Paesi dell’Unione Europea attraverso diverse sperimentazioni, avvalendosi di campioni di alunni molto ampi e di diverse realtà. I risultati sono stati sempre molto buoni.

Questa volta il team, tutto viterbese, della Onlus Emotional Training Center, il cui presidente è la dott.ssa Rosanna Schiralli, vuole andare oltre.

Dopo aver messo insieme una squadra di ricercatori, Atenei e laboratori di fama internazionale, la Onlus di Viterbo vuole dimostrare che la Didattica delle Emozioni®️ non solo favorisce efficaci competenze emotive e comportamentali, ma anche modificazioni a livello del sistema psicobiologico; in altre parole il team vuole dimostrare, considerati i risultati già conseguiti, che una buona didattica, basata sull’educazione emotiva, avvii processi biologici in grado di produrre sostanze del benessere e ridurre gli enzimi dello stress come per esempio il cortisolo.

La ricerca, considerati gli obiettivi, sarà sviluppata in collaborazione con veri e propri centri di eccellenza: il Dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche Università di Napoli “Federico II”, con il CEINGE Biotecnologie avanzate di Napoli, il Dipartimento di Medicina clinica e molecolare dell’ Università dell’Aquila, l’Ateneo “San Raffaele” di Milano e la Società di Psiconeuroendocrinoimmunologia SIPNEI di Roma.

Nei giorni scorsi il prof. Mauro Bologna dell’Università de L’Aquila  insieme ai suoi collaboratori hanno eseguito il primo prelievo salivare degli alunni che partecipano alla ricerca. Tali campioni, dopo essere stati processati nei laboratori dell’Università abruzzese, sono già stati inviati ai laboratori della “Federico II” di Napoli per essere processati ed analizzati a livello biologico e molecolare.

Ora si aspetta il secondo prelievo, mentre gli alunni delle due scuole (“Canevari di Viterbo” e “Pio Fedi” di Vitorchiano) continuano con entusiasmo a partecipare al metodo della Didattica delle Emozioni®️ applicato dai loro docenti appositamente formati.

Mercoledì 10 novembre inoltre, presso la sala teatro della scuola “Canevari” a Viterbo sarà tenuto dalla dott.ssa Schiralli il primo incontro dedicato ai genitori dei bambini del gruppo sperimentale sul tema:

“Le regole fanno bene al cervello. Educazione Emotiva in famiglia. Istruzioni per l’uso”.

Gli incontri con i genitori hanno lo scopo di rendere ancora più efficace la ricerca, implementando l’educazione emotiva anche in famiglia.

Per quanto riguarda invece i genitori degli alunni del gruppo di controllo, per esigenze metodologiche, gli incontri saranno svolti a fine anno scolastico.

Si ricorda ancora una volta che la ricerca, considerati gli alti costi, è stata possibile grazie ad una cordata di imprenditori nazionali e locali che, con il loro contributo, hanno finanziato tutti gli step della sperimentazione.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e il seguente testo "ANEVARI SCHOOL EMPATHY PROJEC PIOFED PROGETTO EMOTIONAL TRAINING incontro con la Dott.ssa Rosanna Schiralli LE REGOLE FANNO BENE AL CERVELLO EDUCAZIONE EMOTIVA IN FAMIGLIA: ISTRUZIONI PER L USO genitori degli alunni delle classi 2A bis e 2B della Scuola Primaria dell' IC Canevari e della classe 2A della Scuola Primaria di Vitorchiano IC Pio Fedi sono invitati a partecipare MERCOLEDI' 10 NOVEMBRE ORE 18:00- 20:00 PRESSO LA SALA TEATRO DELL'IC CANEVARI VIA CARLO CATTANEO 5/7 VITERBO Si ricorda l'obbligo di Green Pass"

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI