“Concerti di Natale” al Museo della Ceramica, chiude un anno intenso di eventi promossi da Fondazione Carivit

Parte la la rassegna “Concerti di Natale” promossa dalla attiva Fondazione Carivit, la rassegna si terrà presso il Museo della Ceramica della Tuscia nel periodo del Natale

Tre gli appuntamenti di estrema qualità:
Il concerto venerdì 20 dicembre, alle ore 17,30, con l’esibizione del gruppo Voci di Strada, propone un viaggio nella canzone d’autore italiana con la rivisitazione di brani di De André, Conte, Guccini e altri.
Il 27 dicembre ore 17,30, Andrea Lubrani Trio presenta una selezione dei più famosi standard jazz, blues e latin tratti dal repertorio internazionale.

L’ultimo appuntamento il 3 gennaio 2020, ore 17,30 sarà con i Teacup8, un ensemble chitarristico con piacevoli incursioni negli ambiti formali più disparati: dal barocco al latino americano e allo swing, dall’operistico allo sperimentalismo contemporaneo.

I concerti sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Si chiude con il tris di spettacoli musicali l’intenso anno di attività messo in piedi Museo della Ceramica della Tuscia che proviamo a ricordare.: tre mostre temporanee, quaranta laboratori didattici con le scuole di Viterbo e provincia, conferenze e altri eventi; avvio di nuovi progetti come “Museo Outdoor” che ha visto la realizzazione di laboratori di manipolazione dell’argilla e l‘esposizione di riproduzioni di ceramiche da farmacia, presso luoghi diversi dalla sede museale, come il Consultorio di Viterbo e le case di riposo della provincia di Viterbo, e “Al Museo in Famiglia” l’appuntamento mensile con le attività educative per adulti e bambini; infine il prestito di due preziose ceramiche del museo per l’esposizione in due importanti mostre realizzate a Parma e Perugia e l’adesione a progetti e iniziative di carattere nazionale e internazionale come Buongiorno Ceramica, Le Giornate Europee del Patrimonio e altri.Ad attestazione di quanto la Fondazione sia una emanazione di cultura per la tutela e la crescita della Tuscia Viterbese.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI