Buy Lazio 2020 irrinunciabile, buyer e seller del Lazio s’incontrano sulla piattaforma telematica

“Il Buy Lazio è un appuntamento fondamentale, irrinunciabile e insostituibile per gli operatori e l’intero sistema turistico regionale” ha affermato Vincenzo Peparello, coordinatore tecnico della manifestazione, nel corso dell’intervento durante la conferenza stampa di presentazione della XXIII edizione del Workshop turistico internazionale che si è svolta presso la la Camera di Commercio di Roma con la partecipazione di Lorenzo Tagliavanti, presidente Uniocamere Lazio; Giorgio Palamucci, presidente Enit; Carlo Cafarotti, assessore allo sviluppo economico, turismo e lavoro Roma capitale; Giovanna Pugliese, assessore turismo e pari opportunità della Regione Lazio; Lorenza Bonaccorsi, sottosegretario di Stato dei beni e delle attività culturali e del turismo- Mibac.

Il workshop turistico internazionale, avviato oggi e della durata di tre giorni, è promosso e organizzato dall’Unione Regionale delle Camere di Commercio del Lazio e dalle singole Camere di Commercio del Lazio, in collaborazione con l’Enit, la Regione, Roma Capitale e con il coinvolgimento delle associazioni di categoria.

“La novità di quest’anno – dice Peparello – sta nel fatto che a causa della crisi Covid 19, buyer e seller del Lazio si incontrano attraverso una piattaforma telematica di agenda on line. Una tre giorni di appuntamenti, con più di mille già registrati, tra gli operatori partecipanti alla XXIII edizione: 77 buyer provenienti dai mercati europei, dal Nord America e dall’Asia; 145 seller in rappresentanza di circa  200 aziende, espressione di vari prodotti turistici del Lazio. I buyer che hanno già preso parte ad edizioni precedenti del Buy Lazio e che hanno consolidato i rapporti con l’offerta turistica del territorio rappresentano il 34% dei partecipanti, mentre l’elevato numero di nuovi partecipanti (pari al 66% dei Buyer invitati) testimonia che sono sempre di più i nuovi operatori interessati ad avviare e potenziare la programmazione turistica nel Lazio. Quest’anno per agevolare l’incoming interno sono presenti 6 buyer incomisti del Lazio italiani. L’offerta turistica del Lazio – aggiunge Peparello – è rappresentata da circa 200 imprese attraverso prodotti personalizzati rispondenti alle caratteristiche territoriali e di prodotti delle singole province e confacenti alle esigenze della programmazione dei buyer invitati a questa edizione. E’ da sottolineare che la programmazione delle imprese turistiche del Lazio non si è fermata, ma anche in pieno lockdown ha riposizionato l’offerta pensando già alla ripartenza post Covid 19. Molte le offerte che vengono presentate durante questa edizione del Buy Lazio: oltre a quelle della tradizione, storico-artistiche, culturali e religiose, si punta sulle risorse naturalistiche e paesaggistiche, dal mare alla montagna, alle coste; dai giardini e parchi naturali  alle produzioni tipiche enogastronomiche, ai prodotti turistico-sportini e al plain air. Gli stessi buyer partecipanti, in pieno Covid, hanno molto orientato e richiesto una domanda rivolta alla qualità dell’ambiente, ai parchi e alle riserve, alla campagna, alle attività turistiche, ai percorsi tematici e al trekking: Naturalmente – conclude Pepasrello – per il futuro, come è stato sostenuto nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento, saranno la cura dell’aspetto sanitario e la sicurezza dei turisti, argomenti importanti che l’Italia ha gestito e ben garantito. Tant’è che la stessa Angela Merkel, come è stato sottolineato nel corso della conferenza stampa, è diventata sponsor maggiore invitando i tedeschi che intendono andare in vecanza a scegliere l’Italia”.

Queste le 19 aziende del viterbese presenti al Buy Lazio 2020 on line:   “Il grillo viaggiante”, agri-resort e spa “Poggio di Montedoro”, agriturismo “Casale Bonaparte”, agriturismo “Podere Giulio”, “Antiquitates”, bed & breakfast “Santa Rosa”, borgo “Podernovo”, “Cappuccino” tour operator, “Casa di bacco”, “Civico zero” resort, “Domap”, “Park hotel”, podere “Giovanni Olivo”, relais “Sans Soucis” hotel & spa, “A.t.i.”, “Terme Salus” hotel, “Torre del sole” hotel & resort, “Try nature” tour operator, “Tuscialand” tour operator.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI