Astrea Viterbese, è patta: finisce 1 a 1

ASTREA( 4-3-3)Micheli, Maurizi, Di Ventura, Mollo, Sannibale, Di Fiordo, Di Iorio, Forchini, Giuntoli, Simonetta, Guglielmi.. In pachina: Ciurluini, Appolloni, Dionisi, Cruciani, Ferazzoli, Donà, Argento, Amico.
Allenatore: Roberto Rambaudi
VITERBESE: (4-3-3): Zonfrilli, Perocchi, Tuniz, Scardala, Barricchio, Nuvoli, Neglia, Giannone, Pippi, Pero Nullo, Assenzio. In panchina: Fadda, Pingitore, Costalunga, Faenzi,Pacciardi. Fanasca, Giurato.
Allenatore. Maurizio Ianni
Arbitro. Giacomo Camplone di Pescara
Quella con l’Astrea, secondo il Mister Ianni alla sua prima trasferta, doveva essere una gara di avvicinamento per arrivare al meglio ai play off. Si doveva vincere ma non si è andati più in la di un pareggio, che ha allungato le distanze con la capolista Lupa Castelli di altri due punti. Una squadra, quella gialloblù, che ha giocato discretamente fino a che sono stati in campo i titolari, una partita in cui si è sentita la mancanza dei due giocatori squalificati, di contro un’Astrea allenata da Roberto Rambaudi intenzionata a portare a casa una bella prova. Un primo tempo con poche occasioni di rete, al 13° minuto Giannone (nella foto) batte un calcio d’angolo, Micheli, portiere dell’Astrea, rinvia su Pero Nullo che da dentro l’area prova a infilare la rete avversaria ma la palla sfiora il palo ed esce di pochissimo. L’inerzia del match s’interrompe al 31° quando il portiere dell’Astrea interviene irregolarmente con una trattenuta a danno di Neglia. L’arbitro ravvede l’irregolarità ed estrae il cartellino giallo per Micheli, assegnando contemporaneamente un calcio di rigore in favore della Viterbese. S’incarica della battuta Giannone, che con freddezza sblocca il risultato e porta la propria squadra in vantaggio di un goal, il primo tempo si chiude 0 a 1. Il secondo tempo inizia con l’evidente voglia di rimonta dell’Astrea, che ad appena due minuti dall’inzio centra il pareggio con un colpo di testa di Di Iorio, che sfrutta la respinta di un calcio di punizione da parte di Zonfrilli. La Viterbese non velocizza, così Mister Ianni prova a cambiare il ritmo della partita operando dei cambi: Morini e Oggiano hanno però fatto poco per migliorare il risultato della squadra. Nemmeno al 43° il quarto calcio d’angolo tirato da Giannone cambia l’esito dell’incontro, che sancisce un pareggio poco lusinghiero per la Viterbese costretta a inseguire la Lupa Castelli Romani con 11 lunghezze di distacco. La prossima partita domenica 22 al Rocchi con il Terracina si giocherà a porte chiuse per la sanzione disciplinare impartita ai tifosi dal Giudice sportivo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI