Assessore Claudio Di Berardino, via libera iter per garantire la liquidità ai lavoratori in CIGD

Con l’adesione da parte del Lazio alla Convenzione nazionale sull’anticipazione sociale e con l’incontro tra tutte le parti sociali e con Abi, via libera nel Lazio all’attuazione dell’accordo che permette ai lavoratori beneficiari della cassa integrazione in deroga di poter godere dell’anticipazione dell’ammortizzatore sociale da parte di alcuni istituti bancari.

“E’ vitale – ha detto il vice presidente Daniele Leodori – per evitare altri danni del maledetto virus tagliare i soliti iter e la burocrazia. Il Lazio ha messo in campo le procedure più dirette per i lavoratori e le imprese che non devono sentirsi sole. Pronto-Cassa e accordo con Abi sono i primi strumenti antivirus”.

“Questa mattina, come Regione Lazio, – ha dichiarato Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e Formazione – abbiamo continuato l’interlocuzione avviata da tempo con l’Abi e stabilito alcune procedure per favorire il rapporto tra banche, aziende e lavoratori. Raccogliendo anche le istanze provenienti dalle parti sociali, abbiamo confermato la disponibilità da parte della Regione Lazio a mettere costantemente a disposizione delle Banche richiedenti i nominativi delle aziende e dei lavoratori titolari del trattamento di CIGD. Nella prima fase, inoltre, vi saranno due riunioni settimanali dedicate al monitoraggio dell’accordo in cui potranno essere anche sollevate, risolte e approfondite eventuali problematiche”.

“Da parte nostra – ha aggiunto Di Berardino – abbiamo poi ribadito la necessità di rendere il più fluido e veloce possibile l’iter per garantire la liquidità ai lavoratori in cassa in deroga.
Alla data di oggi sono già 132 mila le persone interessate, numero che ogni giorno cresce di diverse migliaia. Per gli sportelli bancari coinvolti nel Lazio, Abi ha dichiarato che in queste ore si stanno definendo le adesioni degli stessi alla Convenzione Nazionale e i dettagli per le disposizioni e procedure interne. Ringraziamo l’Associazione per la responsabilità dimostrata perché la procedura di anticipazione è fondamentale per garantire da subito liquidità alle famiglie, incidendo significativamente sulla tenuta economica e sociale in questo momento di grande difficoltà. Un ringraziamento anche alle organizzazioni sindacali e datoriali per il contributo alla piena riuscita di questo processo”.

15 aprile 2020

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI