“Assalti Frontali”. La poesia si fa rap al Cosmonauta

assalti frontali

Il Circolo Il Cosmonauta, sabato 10 Gennaio vi Assalirà, per inaugurare questo 2015, con un mega-evento. Saranno infatti loro ospiti gli “Assalti Frontali”, crew storica del rap italiano fondata nel 1991, ma nata dalle ceneri del collettivo romano Onda Rossa Posse. E fu proprio a Radio Onda Rossa, che Militant A e i suoi compagni sperimentarono il rap, non in inglese come li era routine; loro facevano rap in italiano e ciò piacque fin da subito agli ascoltatori dell’emittente.

Passarono pochi anni e iniziarono a fare concerti in centri sociali, come il Forte Prenestino o sotto carceri come quello di Rebibbia, in università occupate e infine arrivando anche a suonare allo Stadio Olimpico. Collaborano con artisti vari come i Mano Negra o gli Almamegretta. Un tram Tram di di succeso, segnato anche dai tanti dischi incisi fino ad ora: dal primo “Terra di Nessuno”, “Conflitto”, “Banditi”, fino a “Profondo Rosso”del 2011 e il doppio cd del 2012, i occasione dei loro venti anni di esisitenza: “Let’s Go”.

Sabato 10 alle ore 19, al Cosmonauta, Militant A, presenterà il suo nuovo libro “Soli Contro Tutto“, suo terzo libro e Romanzo non autorizzato (Editori Internazionali Riuniti). Eccovene un piccolo assaggio:

<<Siamo sotto la camera a guardarci intorno. A cercare qualcuno. Ma chi? Chi può ascoltare il nostro grido? Siamo soli. Questa è la realtà: soli in questa solitudine istituzionale. Estranei al Parlamento. Soli contro tutto. Ma soli anche come stelle, come luci che illuminano il buio>>

Alle ore 20, la cena sociale, un po’ speedy, per lasciare spazio al concerto e per non appesantirsi troppo; con supplì, pizzette fritte e calzoni.

Alle ore 22, inizierà invece il loro concerto, che porterà nella nostra piccolo e tranquilla Viterbo, le rime e le poesie cantate della Roma quella più meticcia.

Durante la serata sarà possibile effettuare il tesseramento 2015, per sostenere il Circolo.

Circolo Il Cosmonauta- Via della Polveriera, 6 Vt ( Pianoscarano)

Per info: 0761/220206

..e ti voglio dire

ti voglio dire anche se non lo so se non mi senti

voglio dirti lo stesso

che se non possono più esserci lunghi sorrisi

in questa valle… non chiederò chi è legale chi illegale

se nella vita così è il nostro viaggio

non posso tornare a mani vuote al mio villaggio

storie umane nelle mille storie umane

e ogni volta e ogni volta possono fiorire o finire

e ogni volta c’è sempre

chi ha davvero voglia o si sforza di capirete chi finge soltanto o soltanto..

(Terra di Nessuno- Assalti Frontali)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI