Asili Nido, Cittadinanzattiva: nel Lazio più economici

Nel Lazio la retta media mensile per un bimbo iscritto all’asilo nido comunale è di 301 euro rispetto ai 311 della media nazionale. È uno dei dati diramati dall’Osservatorio nazionale prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva nell’indagine 2015.
Ogni anno l’ente fornisce un quadro nazionale delle spese sostenute dalle famiglie italiane in merito ai servizi pubblici locali (asili nido, acqua, rifiuti, trasporti pubblici), diffondendo i numeri su costi, disponibilità di posti e lista di attesa negli asili nido comunali.

In testa troviamo Latina con i suoi 400 euro seguita da Viterbo con 396 euro.
È Roma la città più economica con una retta media di 146 euro.
Per quanto riguarda le strutture presenti in tutti i comuni laziali, vi sono 343 nidi pubblici con 23.206 posti disponibili e 496 nidi privati.
Nei capoluoghi di provincia si contano 231 strutture comunali per un totale di 13.983 posti e una lista d’attesa del 26%.

La regione italiana più costosa è la Valle D’Aosta (440 euro), mentre la Calabria è quella più economica 164 euro).
Fra i capoluoghi di provincia, solo 14 hanno aumentato le rette: l’incremento record si è
avuto a Cosenza (+117,3%), quello minimo a Trieste (+0,5%). Lecco risulta la provincia più cara (515 euro) e Catanzaro la meno costosa (100 euro).

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI