Antropologia, Gioco e giocattolo al Museo di Canepina

giochi di una volta

Al museo delle Tradizioni popolari di Canepina, il XII incontro “Tra Arno e Tevere”, dal 5 dicembre convegno tema “Gioco e giocattolo”. Organizzato dal Gruppo interdisciplinare per lo studio delle tradizioni dell’Alto Lazio, diretto dal professor Quirino Galli, con il sostegno e il contributo di Fondazione Carivit, Comune di Canepina, Provincia di Viterbo, Comunità montana dei Cimini, Pro loco di Canepina. Il convegno “Tra Arno e Tevere” è uno degli appuntamenti più importanti nel mondo della Scienze demo-etno-antropologiche e il Museo di Canepina è riconosciuto come un’eccellenza nel panorama italiano.

Questo il programma dei lavori. Sabato 6 dicembre, a partire dalle 9, 30,  Paola Biral, storica e antropologa, terrà una relazione su: “Il tempo del gioco. Giochi infantili tra Medioevo ed età moderna: significati e rappresentazioni”. A seguire Luigi Cimarra, etnolinguista del Gruppo Interdisciplinare: “Tra filologia e folklore: analisi di due testi usati nei giochi infantili”. Poi Lucio Niccolai, studioso del folklore e della cultura tradizionale locale: “Su alcuni giochi tradizionali praticati in Maremma: ruzzola, nizzola, pentolaccia e panforte”.

Prima del coffee break Elisabetta Silvestrini, università di Macerata: “Santi e defunti nel gioco del Lotto” e Emanuela Panajia, antropologa dell’associazione Eolo-Etnolaboratorio: “Giochi di memoria. Etnografia in un centro Alzheimer”. Si ricomincia alle 15 con Angelo Biondi, studioso del folklore e della cultura tradizionale locale: “Giochi senza giocattoli a Sorano negli anni ’50-60”. A seguire Patrizia Scapin, archivio delle tradizioni popolari di Grosseto: “Il Gioco della Palla, una tradizione tra la Maremma e Siena”; Massimo Pirovano, Museo etnografico dell’Alta Brianza: “In bicicletta: dal gioco alla passione, allo sport”; Davide Bertolini, gruppo interdisciplinare: “Oltre ogni ostacolo: il Parkour tra spazio urbano e interazione sociale”; Giovanni Kezich e Antonella Mott, Museo degli usi e costumi della gente trentina: “Carnevale, gioco e sport: una line a evolutiva”.

Dibattito Ore 21.30 Salone del Quarto Stato, Concerto per chitarra e sax dei Maestri: Marco Corsi e Marco Intoppa.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI