Premio Anna Fendi – “Fiori e Motori in Musica”

Anna Fendi

Domenica 2 ottobre, nell’incantevole cornice del comune di Ronciglione, si è tenuto l’evento Premio Anna Fendi – “Fiori e Motori in Musica”, un’imperdibile occasione per celebrare l’arte, la bellezza e la passione per l’eccellenza, ammirando la profusione di balconi fioriti nelle splendide strade del borgo.

Il programma, ricco di eventi pieni di fascino, si è aperto con un’esposizione di auto storiche per gentile concessione di Orgoglio Motoristico Romano. L’associazione, presieduta da Stefano Pandolfi, promuove la conservazione e la valorizzazione del patrimonio sportivo e culturale dell’automobilismo romano ed è reduce dal grande successo del 1° Grand Prix Storico di Roma tenutosi ai Fori Imperiali e all’Eur lo scorso giugno.

A seguire il conferimento del premio Anna Fendi Balcone in Fiore, il concorso ideato da Anna Fendi per i più riusciti allestimenti floreali del comune di Ronciglione, giunto quest’anno alla sua diciassettesima edizione. Il premio, presieduto negli anni passati da personalità del calibro di Gillo Pontecorvo e Ugo Gregoretti e nella precedente edizione dal Maestro Andrea de Carlo, con la presidenza di Enrico Vanzina e, per il secondo anno consecutivo, Maria Grazia Cucinotta come madrina d’eccezione. Come lo scorso anno,  Presidente della giuria la prof.ssa Nadia Mezzani.

A chiusura della kermesse, il Maestro Andrea de Carlo, ideatore e Presidente del Festival Barocco Alessandro Stradella di Viterbo, ha allietato i presenti con le meravigliose sonorità di una selezione di brani di musica barocca. Ospite d’onore della manifestazione un’eccellenza della musica italiana, il Maestro Michele dall’Ongaro, compositore e musicologo di grande prestigio e Presidente e Sovrintendente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma.

L’evento, ideato e fortemente voluto da Anna Fendi, è stato organizzato in stretta collaborazione con il Comune di Ronciglione e con la sponsorizzazione dell’azienda Otofarma.

2                              premio anna fendi

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI