Le Lavandaie della Tuscia per la donna e la tradizione popolare

lavandaie

La tradizione tutta femminile dei canti inediti de Lavandaie della Tuscia per omaggiare la donna: l’associazione Tuscia E20, in collaborazione con JazzuUp Caffeina Festival, sceglie l’Hotel Salus Terme per un tuffo nello straordinario mondo popolare. Sabato 7 marzo, a partire dalle 19, torna “Donna, Arte… Musica… Poesia…”, giunta alla quinta edizione, per uno dei tanti appuntamenti previsti per ricordare il ruolo della donna, e non solo in prossimità della festa. L’incontro sarà presentato dal giornalista Giuseppe Rescifina, che annuncerà l’originale e vitale programma del gruppo, ideato e fondato da Simonetta Chiaretti, all’interno del Club Unesco Viterbo Tuscia.

Quella delle Lavandaie, è una vera e propria “compagnia instabile”, costituita da donne che hanno conservato l’uso e l’arte di lavare i panni nelle acque del lavatoio pubblico, e da altre che hanno aderito con entusiasmo all’idea di recuperare e valorizzare un’esperienza tradizionale di lavoro e di socializzazione.

Al lavaggio dei panni si unisce il canto femminile, una vocalità antica, naturale e volutamente “grezza”, con sbavature ritmiche, e dal caratteristico timbro che sembra nascere da una ferita, tipico dei canti di lavoro.
Filastrocche, nenie, giochi mimati e cantati della tradizione orale della Tuscia, costituiscono il patrimonio di musica popolare che Simonetta Chiaretti ha ricercato nel corso degli ultimi venticinque anni.

Improvvisazioni teatrali, fantasia, scherzo e partecipazione popolare, le Lavandaie arrivano all’Hotel Salus Terme, nel regno dell’acqua termale, per ribadire proprio questo collegamento con l’elemento base della vita sul nostro pianeta. L’acqua, che qui è famosa per le sue proprietà lenitive e addolcenti, restituisce benessere naturale e migliora la qualità delle nostre relazioni quotidiane. A corredo della particolare serata musicale, una serie di oggetti renderanno magica l’atmosfera, come la lavanchitarra, vecchissimo strumento con pizzi e merletti, panni antichi provenienti dagli storici bauli delle bisnonne, bacinelle, conche di ferro, brocche e tavolette di legno, che trasformeranno la hall dell’hotel in una rievocazione ambientale delle antiche tradizioni bolsenesi.

Per informazioni sulla cena speciale che seguirà all’incontro e sulle attività benessere e Spa dell’Hotel Salus Terme è possibile contattare il numero 0761.1970000.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI