Anfiteatro Sutri: Iliade le lacrime di Achille da Omero, Ovidio, Kleist

Il 16 Luglio andrà in scena all’Anfiteatro di Sutri: Iliade – Le Lacrime di Achille, per la drammaturgia e regia di Matteo Tarasco. La vicenda è assai nota: una donna, Elena, moglie di Menelao, re di Sparta, sia stata rapita da Paride, figlio di Priamo, re di Troia. Per riportare a casa Elena si scatena una guerra lunga e cruenta. Ma è concepibile combattere per una donna rapita, che in realtà si era lasciata rapire, o meglio, era fuggita con il proprio rapitore? Il passato lontano si riflette così nel presente, e le parole dello storico potrebbero essere quelle di un odierno inviato di guerra. “Mettere in scena Iliade – Le Lacrime di Achille – afferma Matteo Tarasco – vuole essere un tentativo di raccontare l’odierno spaesamento quotidiano di una generazione incompresa, un tentativo per riacquistare, attraverso la fascinazione del palcoscenico, i valori della parola poetica, che crediamo oggi debba imporsi su altri linguaggi che spiegano, ma non insegnano il senso. Fare teatro oggi significa essere appassionati, e folli. Recitare davanti ad un pubblico adolescente i versi dei grandi poeti, significa ricordare che le parole bruciano, si fanno carne, quindi anche raccontare una storia si trasforma in un atto fisico e corporale.Lo spettacolo è parte del programma Teatri di Pietra del Lazio e si avvale dei patrocini;
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale
Regione Lazio – Assessorato alla Cultura
Città di Sutri-

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI