“Sentieri Selvaggi”: primo appuntamento con l’Accademia Filarmonica Romana

Primo appuntamento del 2017 dell’Accademia Filarmonica Romana.Il nuovo anno per la stagione dell’Accademia Filarmonica Romana si apre giovedì 19 gennaio (ore 21) al Teatro Palladium  di Roma con il concerto di Sentieri Selvaggi, ensemble che nel 2017 festeggia i suoi primi vent’anni di attività, guidato fin dalla sua nascita da Carlo Boccadoro che l’ha fondato insieme a Filippo Del Corno e Angelo Miotto. Lo scopo allora, e ancora oggi più che mai, era quello di avvicinare la musica contemporanea al grande pubblico, attraverso una serie di concerti a carattere più ‘informale’ e in contesti inusuali. Occasione, per il gruppo, di collaborare non solo con i principali compositori viventi, ma anche con scrittori, architetti, scienziati, video-maker, attori, registi, musicisti rock e jazz, abitando con i propri progetti spazi alternativi come gallerie d’arte, piazze, strade, centri commerciali e università.

Sentieri Selvaggi

Paola Fre, flauto

Francesca Rodomonti, oboe

Mirco Ghirardini, clarinetto

Andrea Rebaudengo, pianoforte

Andrea Dulbecco, vibrafono e percussioni

Piercarlo Sacco, violino

Elena Favilla, viola

Aya Shimura, violoncello

Carlo Boccadoro, direttore

 

Programma:

Pierre Boulez (1925 – 2016)

Dérive 1 (1984) per flauto, clarinetto, violino, violoncello, vibrafono e pianoforte

Goffredo Petrassi (1904 – 2003)

Tre per sette (1964) per tre esecutori e sette strumenti a fiato: ottavino/flauto/flauto in sol, oboe/corno inglese, clarinetto/clarinetto piccolo

Marco Quagliarini (1973)

Dal nero del tempo * (2016) per flauto, clarinetto, oboe/corno inglese, pianoforte, percussioni, violino, viola e violoncello

 

Gabriele Cosmi (1988)

Concerto per pianoforte e strumenti * (2016)

 

Mauro Montalbetti (1969)

Altre solitudini (2014) per violino ed ensemble

 

Lucio Gregoretti (1961)

Gelbe Begleitung (2015) per flauto, clarinetto, vibrafono, violino e violoncello

 

Carlo Boccadoro (1963)

Bad Blood (2003) per pianoforte e 5 strumenti

 

* prima esecuzione assoluta, commissione di AMÚR, Associazioni Musicali in Rete

 

Dalla musica di Petrassi fino alle nuove composizioni di Quagliarini e Cosmi,

una panoramica sulla musica contemporanea italiana e un omaggio a Pierre Boulez

 

Il concerto si inserisce nell’ambito della rassegna

“La musica da camera dal barocco al contemporaneo” sostenuta dalla Regione Lazio –

Assessorato alla Cultura e Politiche giovanili è in coproduzione con la e in collaborazione con la Fondazione Roma Tre Teatro Palladium

Ingresso: platea 15 euro, galleria 10 euro (più diritto di prevendita).

Info: tel. 06-3201752, email promozione@filarmonicaromana.org – teatropalladium.uniroma3.it

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI