Energie rinnovabili. la Provincia di Viterbo risparmia circa 50mila euro annui

Dato che nel corso degli anni sono intervenute numerose modifiche normative, nel 2015 la ESCo Tuscia, società pubblica partecipata dalla Provincia di Viterbo, ha verificato lo stato di fatto di tutti gli impianti dell’Amministrazione, al fine di programmare gli eventuali interventi di adeguamento e riattivare gli impianti fermi.

Nel corso del 2017, nell’ambito delle attività svolte dalla ESCo Tuscia, per conto della Provincia di Viterbo, sono state completate le operazioni di adeguamento normativo degli impianti fotovoltaici presso gli Istituti scolastici di Civita Castellana, Vetralla, Orte ed Acquapendente.

Rimangono da riattivare gli impianti ubicati presso gli istituti scolastici di Montefiascone e di Bagnoregio, del Liceo Galileo Galilei di Tarquinia e dell’Istituto Paolo Savi di Viterbo, per i quali la Provincia sta programmando di avviare l’adeguamento nel corso del 2018, sempre in collaborazione con la ESCo Tuscia.

I risparmi di energia derivanti da tutti gli impianti sono stimati pari a circa 50.000 euro all’anno, oltre agli incentivi annui che risultano pari a circa 60.000 euro.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI