Da una ricetta dell’ottocento: la pera cotogna di Luca Ingegneri

Luca Ingegneri è un imprenditore agricolo, la sua azienda è La Cisterna del Marchionato.
Laureatosi presso l’Università della Tuscia in Conservazione dei Beni Storico Artistici, nei suoi prodotti coniuga il gusto, la storia e la tradizione della nostra amata Tuscia. Sempre alla ricerca di antiche ricette andate perdute nel tempo, Luca utilizza ingredienti esclusivamente a chilometro zero. Produce con passione una vasta gamma di prodotti che vanno dall’olio extravergine di oliva, alle creme salate di Oliva Nera e Verde, Carciofi e Asparagi per finire alle confetture di frutti e deliziose mostarde da poter assaporare su formaggi o lessi di carne. Tra gli ultimi prodotti venuti alla luce dalla paziente ricerca storica, spicca la confettura di pera cotogna che inevitabilmente riporta alla memoria il famoso cesto del Caravaggio dove è rappresentata insieme agli altri frutti dell’autunno che chissà quante volte abbiamo vista impressa sulla banconota delle vecchie centomila lire. La lavorazione si basa su una ricetta storica risalente all’800: preparare la confettura di pere cotogne non è una cosa semplice. Il frutto è inizialmente cotto e poi privato della buccia, viene condito con lo zucchero di canna e sottoposto a una successiva cottura molto lenta. Si aggiunge poi la bacca di vaniglia naturale, niente surrogati chimici, e la confettura è pronta. Ottima per una gran varietà di utilizzi: farcitura per crostate, rotoli e torte ma anche da accostare a formaggi, lesso, salumi. Data la buona consistenza è possibile pure ricavarne delle caramelle ottime da gustare. www.lacisternadelmarchionato.com

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI