PromoTuscia con l’ufficio turistico al tavolo regionale per il piano triennale

Nel “Lazio regione delle meraviglie”, Viterbo nel turismo ha un ruolo importante e nella Tuscia, un ruolo guida rispetto al resto del territorio.

I prossimi tre anni saranno importanti, come gli obiettivi da raggiungere. PromoTuscia, in qualità di gestore dell’Ufficio Turistico di Viterbo, ha preso parte alla consultazione che ha portato alla definizione del Piano Triennale del Turismo della regione Lazio. Un confronto su 43 tavoli di lavoro e cinque appuntamenti, uno per ciascuna provincia del Lazio.

“Ci siamo fatti portavoce – dice Ivana Pagliara di PromoTuscia – delle esigenze di Viterbo, mettendo in evidenza il ruolo di guida rispetto al resto del territorio, mettendo in risalto le sue vocazioni”.

La richiesta di sostegno e d’investimenti passa attraverso snodi importanti: “Il ruolo delle terme, le potenzialità e difficoltà del centro storico, l’appeal rappresentato dalle ville e dai giardini, i percorsi etruschi, i borghi della provincia, l’artigianato e i prodotti tipici, passando per la via Francigena e il Mice”.

Il turismo cresce trovando nuovi metodi di fruizione, su due ruote, quindi il biking, ma anche hiking e trekking. Al piano triennale 2019-2012 hanno partecipato in 1600. Adesso prosegue l’iter in giunta, commissione e quindi consiglio regionale per l’approvazione.Il documento disegna gli obiettivi in ambito turistico della destinazione Lazio.

Ufficio Turistico di Viterbo gestito da PromoTuscia

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI