Mio nonno era un ciliegio: l’Eremo Teatro di Celleno allo Slow food Village

Nell’Area Incontri dello Slow Food Village in Piazza Piazza dei Cadutialle ore 19.30
nell’ambito del festival gastronomico in svolgimento a Viterbo sino al 3 luglio in linea con il tema, è in programma di mercoledì 29 una performance teatrale dal titolo “Mio nonno era un ciliegio”a cura di Eremo Teatro di Celleno di e con Aldo Milea, liberamente tratto dall’omonimo testo di Angela Nanetti.
Il pubblico del “buon gusto” non può che non essere coinvolto.
All’ombra di un ciliegio scorrono le stagioni e le generazioni. Il ciliegio cresce e la vita scorre in un dialogo di memorie viste con gli occhi di un bambino.Il rapporto tra città e campagna e tra i componenti della famiglia si manifesta con spietata semplicità e restituisce un affresco quotidiano e commovente dell’epoca che stiamo vivendo, Verranno degustate ciliegie nel corso della narrazione per seguire con la vista, l’olfatto il gusto del frutto lo sviluppo degli episodi narrati legati al ciliegio e ai ciliegi
Dal paese delle ciliegie una storia di tradizione e di specificità che si fa spettacolo

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI