Maturità 2018, c’è la prima prova

L’esame di maturità di quest’anno riguarderà 509.307 studentesse e studenti, 25.606 classi e 12.865 commissioni d’esame.Nella Tuscia i ragazzi che affronteranno il tanto temuto esame di Stato sono 2408, 156 in meno rispetto al 2017, di cui 119 esterni che sosterranno l’esame da privatisti. I maturandi saranno esaminati da 223 commissari e 65 presidenti selezionati dall’ufficio provinciale scolastico. S’inizia mercoledì 20 giugno – e saranno i penultimi a svolgersi secondo la classica modalità delle tre prove scritte e un colloquio orale: dal 2019 infatti l’esame cambierà a seguito delle innovazioni previste dalla riforma della scuola del governo Renzi, che prevede due sole prove scritte e nuovi criteri di ammissione. L’esame di maturità comincerà con la cosiddetta “prima prova”, quella di italiano. Ci sono quattro tipologie di tracce fra cui scegliere: analisi del testo, saggio breve o articolo di giornale (a tema artistico-letterario, tecnico-scientifico, storico-politico o socio-economico), tema storico o tema di attualità).
Orari
Per la prima prova della maturità gli studenti avranno a disposizione al massimo sei ore: si potrà consegnare ed uscire dall’aula anche prima, ma bisognerà comunque aspettare che ne siano trascorse almeno tre dall’inizio, previsto per le 8,30 del mattino.

Se volete conoscere la composizione delle commissioni d’esame delle diverse scuole d’Italia, le trovate sul sito del MIUR, insieme a tutte le altre informazioni ufficiali sugli esami di maturità. La seconda prova dell’esame di maturità sarà giovedì 21 giugno e riguarderà una materia diversa in base al corso di studi. Il MIUR le ha annunciate a gennaio scorso, come succede ogni anno. I diversi tipi di prove hanno anche diverse durate: al liceo classico, per esempio, il limite massimo è di quattro ore, all’artistico si hanno a disposizione fino a 6 ore al giorno, per tre giorni.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI