Ludika 1243 diventa maggiorenne: dal 4 all’8 luglio la diciottesima edizione

Diego Galli

Per festeggiare i suoi 18 anni di esistenza, Ludika 1243 torna a invadere le vie del quartiere S.Pellegrino di Viterbo, con tutti i suoi appuntamenti a tema medievale e dai tratti fantastici.
Ad annunciarne ufficialmente il ritorno, una conferenza stampa tenutasi in mattinata presso la Sala del consiglio del Comune di Viterbo, che ha visto l’intervento degli organizzatori del festival: la Direttrice organizzativa Serenella Bovi, il Presidente dell’Ass. “La Tana degli Orchi” Claudio Bartolucci e il Direttore Artistico Vania Castelfranchi. Presente anche il neo-sindaco della città, Giovanni Arena.
“Quest’anno è per noi un’edizione importante, che ci fa diventare maggiorenni”, ha dichiarato in apertura Bartolucci, ribadendo l’importanza di questa data, che dimostra la continuità e l’impegno che gli organizzatori hanno mantenuto durante questo lungo periodo.

Cinque giorni di divertimento, passione, arte, spettacoli e giochi, dal 4 all’8 luglio 2018, data in cui la tradizionale battaglia campale segnerà di nuovo la storia, scegliendo sul campo la compagine vincitrice tra guelfi e ghibelini.
Il programma, come sempre, è ricco di eventi gratuiti e include la possibilità di partecipare al consueto concorso fotografico, aperto a tutto il pubblico.
“Ludika 1243 è uno dei soli 11 eventi della Tuscia che possono rivendicare delle radici storiche”, ha annunciato Serenella Bovi, riferendosi al nuovo libro “Viaggio nl tempo” dell’autore viterbese Antonio Castello, che analizza le oltre 500 manifestazioni medievali che ogni anno si tengono in Italia. Non è mancato un chiaro appello al nuovo sindaco: “Ci auguriamo che la nuova amministrazione ci porti degli interlocutori, che sono purtroppo mancati negli ultimi anni. Avere dei rappresentati del Comune disponibili a parlare, anche di aspetti economici, sarebbe di grandissima utilità”.
La Bovi ha poi tenuto ad annunciare le novità che la nuova edizione di Ludika 1243 porterà in dote: “Oltre al programma generale, vi saranno due percorsi tematici a serata, intitolati ai personaggi di Ludika (dama, oste, cavaliere…), che permetteranno ai visitatori di non perdersi i tanti spettacoli organizzati”.
Oltre a questo, tra le novità più interessanti, anche “Giocheria”, il primo festival dedicato ai giochi da tavolo. “Un evento nell’evento”, come viene sottolineato, che si spera proseguirà nelle edizioni future. Tra gli appuntamenti classici, invece, le cene in taverna e in occasione di alcuni spettacoli; una maniera interessante e divertente per vivere un giorno da cittadino del Medioevo e contribuire alle spese sostenute dagli organizzatori.
L’8 luglio, chiuderà il festival la ben conosciuta “Battaglia campale”, che rievocherà la storica lotta tenutasi al termine dell’assedio del 1243 da parte delle forze di Federico II.
A chiudere la presentazione, le parole di Vania Castelfranchi: “Ludika, attraverso il gioco, permette al pubblico di vivere un particolare momento storico in tutte le sue sfaccettature. Dalla vita di tutti i giorni alle battaglie, fino agli impegni quotidiani legati alla religione”. Un modo alternativo e unico, se possiamo aggiungere, di vivere la Cultura e la Storia della città di Viterbo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI