“Le Antiche Strade Romane”: il libro di Luigi Triossi sui percorsi più antichi e autentici

Le strade romane: una realizzazione ciclopica, che da duemila anni interseca come un reticolo l’Italia protendendosi verso il cuore dell’Europa e oltre, e che ha gettato le basi millenarie dell’Unione europea attuale. Un vero e proprio monumento che, insieme all’intera rete di comunicazione minore fino agli antichi sentieri, è ancora esistente sul terreno, come un grande e meraviglioso museo a cielo aperto, disseminato nelle nostre campagne. Luigi Triossi, ingegnere laureato in ponti e strade, ha unito la sua passione professionale all’archeologia e all’amore per l’equitazione. È uno dei principali organizzatori del Turismo Equestre in Europa. E a cavallo ha percorso migliaia e migliaia di chilometri, lontano dalle strade asfaltate, alla ricerca dei percorsi più antichi e autentici, quelli che gli antichi Romani tracciavano e percorrevano con i loro eserciti e per i loro commerci verso le più remote regioni del loro impero. Martedì 13 dicembre, alle ore 18.00 presso il Caffè Letterario di Viterbo, Luigi Triossi presenta il libro “Le Antiche Strade Romane”, un’opera nata a seguito dei suoi viaggi a cavallo che l’hanno portato a scoprire, lungo un periodo di trent’anni, scorci e testimonianze della maestria romana. Con un linguaggio scorrevole e comprensibile, Triossi tratta tutti gli interessanti temi e curiosità legati alla costruzione e al mantenimento di quest’opera colossale, illustrando in modo moderno e accattivante invenzioni, scoperte e realizzazioni, dimostrazione stessa della civiltà e delle competenze ingegneristiche dei nostri antenati

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI